Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Così cambieremo la città» Le promesse dei candidati sindaci a Treviso

Cosa prevedono i documenti presentati dagli aspiranti sindaci di Treviso Dal traffico ai negozi, dai quartieri alla trasparenza, passando per scuole e case

TREVISO. Per gli indecisi, ma anche per chi ha già deciso. Per avere un’idea chiara di quello che è stato messo nero su bianco da ogni singolo candidato alla poltrona di sindaco. Eccoli qui i programmi elettorali che sono stati depositati, timbrati e ufficializzati dai candidati sindaco. Partiamo dai quattro pretendenti che, in base ai sondaggi, non sembrano destinati ad andare al ballottaggio, dopo il primo turno, divenendo però possibile ago della bilancia. Domenico Losappio per il Movimen ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

TREVISO. Per gli indecisi, ma anche per chi ha già deciso. Per avere un’idea chiara di quello che è stato messo nero su bianco da ogni singolo candidato alla poltrona di sindaco. Eccoli qui i programmi elettorali che sono stati depositati, timbrati e ufficializzati dai candidati sindaco. Partiamo dai quattro pretendenti che, in base ai sondaggi, non sembrano destinati ad andare al ballottaggio, dopo il primo turno, divenendo però possibile ago della bilancia. Domenico Losappio per il Movimento 5 stelle; Maristella Caldato per Treviso unica-Tu; Said Chaibi per Coalizione civica; Carla Condurso per il Popolo della famiglia. I progetti degli altri due candidati, Mario Conte per il centrodestra e Giovanni Manildo, sindaco uscente per il centrosinistra, saranno oggetto di un’altra analisi.

Parole o fatti? Difficile dirlo, in attesa delle elezioni. Ma intanto “carta canta”, come si suol dire, e un domani di questi programmi ciascun elettore potrà chiedere conto.

Intanto i programmi sono tutti da leggere. Tra i quattro contendenti al “terzo posto” ci sono le proposte di una mezz’ora di gratuità su tutti i parcheggi comunali del centro storico fatta da Maristella Caldato. O quella per l’istituzione di una consultazione pubblica via web per ogni atto comunale fatta dal M5s. O ancora l’urbanistica dal basso di Said Chaibi; o quella che punta all’istituzione di una sovraconsulta etica che guidi e consigli l’amministrazione, lanciata dalla Condurso.

Non piace, a due candidati su tre, il progetto del Pattinodromo, tre su quattro parlano di mura, un programma su quattro (il Popolo della Famiglia) di una metropolitana che oltre all’aeroporto serva anche le scuole di viale Europa.

Tanti progetti diversi; dal gattile al cineforum pubblico permanente. C’è chi contesta il prosieguo della tangenziale e chi promette l’istituzione del bonus bebè. Da parte di tutti una particolare attenzione ai quartieri, da rimettere la centro della politica cittadina per ogni candidato con una strategia diversa. Sorprese non mancano, e non mancheranno nemmeno nei piani dei due principali contendenti al titolo che racconteremo più avanti.