Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Canile lager a Volpago: «Basta, ora lo chiudiamo»

“Striscia” nell’allevamento di Volpago già in passato al centro delle polemiche, il sindaco promette interventi urgenti

VOLPAGO DEL MONTELLO. L’“allevamento lager” per cani di Volpago sarà chiuso. Si tratta di un’annosa questione di cui ha parlato per ultima “Striscia la notizia”. Lunedì sera è andato in onda sulla popolare trasmissione satirica di Mediaset un sevizio che l’inviato Edoardo Stoppa ha realizzato nella struttura fatiscente nei pressi dell’ex ristorante Ca’ del Sole in località Belvedere. Il sindaco di Volpago, Paolo Guizzo, dice «basta» a questa situazione di illegalità e di degrado per i cani: ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

VOLPAGO DEL MONTELLO. L’“allevamento lager” per cani di Volpago sarà chiuso. Si tratta di un’annosa questione di cui ha parlato per ultima “Striscia la notizia”. Lunedì sera è andato in onda sulla popolare trasmissione satirica di Mediaset un sevizio che l’inviato Edoardo Stoppa ha realizzato nella struttura fatiscente nei pressi dell’ex ristorante Ca’ del Sole in località Belvedere. Il sindaco di Volpago, Paolo Guizzo, dice «basta» a questa situazione di illegalità e di degrado per i cani: «Ci riuniremo con le guardie ecologiche e con il sevizio veterinario dell’Usl, i cani non possono stare lì in queste condizioni. Gli animali erano già stati messi sotto sequestro anni fa ma erano stati affidati al proprietario che aveva promesso anche di mettersi in regola. Non ha fatto niente. Ora basta. L’unico aspetto positivo è che l’Usl ha effettuato oggi (ieri per chi legge, ndr) dei controlli da cui risulta che gli animali stanno tutti bene di salute», conclude il sindaco.

Il proprietario di quello che Striscia la Notizia ha definito «uno pseudo allevamento» è Silvano Zanellato. L’uomo ha pensato di sbarcare il lunario allevando e vendendo cani “in nero” e tenendoli in una casa diroccata in condizioni igieniche precarie. «Non faccio fattura perché non sono un vero allevatore. Non ti mostro neanche i barboncini: sono impresentabili perché questa mattina non ho fatto niente», ha dichiarato nel servizio di Striscia a un finto acquirente che maneggiava la telecamera nascosta.

La situazione era già stata notata nel 2013 quando Zanellato aveva avuto un controllo dei Nas, due anni dopo c’era stata un’ispezione delle guardie zoofile. Infine nel 2016 era avvenuto un blitz di guardie zoofile, servizi comunali e Usl che ha portato al sequestro di 44 cani. Gli animali sono però stati dati in custodia al loro padrone perché, secondo quanto riferito da Striscia, non ci sarebbe stato posto nei canili della zona. Si spera che ora questi sfortunati cani abbiano finalmente una cuccia decente.