Conegliano, mamma di 43 anni si toglie la vita in casa

Conegliano, era stata eletta rappresentante dei genitori, lascia due figli adolescenti. Cercava un’occupazione

CONEGLIANO. Una mamma di 43 anni, residente in un paese del Coneglianese, si è tolta la vita sabato pomeriggio nella sua abitazione. Oltre al marito lascia due figli di 16 e 11 anni.

I suoi figli erano la sua più grande gioia. Il male di vivere però ha avuto in lei il sopravvento. La donna è stata ritrovata impiccata nell'abitazione. Quando il personale sanitario è giunto sul posto non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. La tragedia ha addolorato la comunità dove viveva e in cui era inserita.

Lo scorso ottobre era anche stata eletta rappresentante di classe dei genitori, nella scuola frequentata dalla figlia. «Sorridente e solare», così la vedevano le persone che l'hanno conosciuta e le sono state amiche, rimaste turbate e sconcertate per quanto accaduto. Anche l'amministrazione comunale ha espresso il proprio cordoglio per la tragedia.

La donna aveva lavorato in un'azienda della zona e lo scorso 21 marzo sui social network aveva scritto: «Inizio di un nuovo lavoro presso libero professionista».

Quello è stato il suo ultimo post. Forse la mancanza di un'occupazione stabile potrebbe essere stata tra le motivazioni del gesto drammatico. In passato aveva cercato occupazione anche attraverso agenzie interinali. Due mesi fa come immagine profilo della sua pagina Facebook aveva scelto una foto "eterea", con il suo volto sfuocato in mezzo al cielo, in un tramonto su una spiaggia.

«Ma cosa sei un angelo», le aveva chiesto un amico. «Bella vero?», gli aveva risposto la donna. Rivedendo quelle immagini e quelle parole, adesso appaiono come una terribile premonizione o forse il segnale che da tempo il male di vivere stava logorando la mamma. I rilievi di rito sono stati effettuati dai carabinieri. La data del funerale ancora non è stata ancora stabilita, in attesa del rilascio del nulla osta da parte della magistratura.

Si ricorda come diverse associazioni forniscano aiuto e supporto psicologico in casi di disagio. Tra le principali, possono essere contatti i seguenti numeri: Telefono Amico all’199284284, Telefono Azzurro al numero 19696, il servizio della Regione Veneto per la salute degli imprenditori (Progetto InOltre) al 800334343 e De Leo Fund al 800168678. (di.b.)
 

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi