A Mogliano Falsi fattorini aggediscono anziana: lei li mette in fuga

Mogliano. Al quartiere Est è tornato l’allarme ladri truffatori La donna ha imparato a difendersi a un corso dei carabinieri

MOGLIANO. Nuovo allarme ladri truffatori a Mogliano. Ma cosa bisogna fare per difendersi? «Urlare, farsi sentire, chiedere aiuto». Spiegava così il maggiore dei carabinieri Stefano Mazzanti, pochi giorni fa, al Centro anziani nell’ambito di un incontro sulla prevenzione alle truffe. E proprio grazie a questa tecnica una pensionata moglianese è riuscita, la settimana scorsa, a mettere in fuga due falsi fattorini. Con la scusa di consegnare delle piante alla vicina i malviventi erano riusciti a introdursi all’interno dell’abitazione della donna. I fatti sono avvenuti nel quartiere Est.

I due avevano suonato al campanello affermando di dover fare una consegna alla vicina, che però non era in casa. Ottenuta la disponibilità della signora a collaborare alla consegna, i due hanno alzato il tiro, chiedendo di poter entrare in casa per scrivere il bigliettino che accompagnava il dono vegetale. Mentre la signora si prodigava a consegnare ai due carta e penna, si è però accorta che stavano frugando alla ricerca di soldi. Allora si è messa a urlare.

Nella fuga uno dei due ladri l’ha spinta graffiandole il collo. L’episodio è stato segnalato ai carabinieri. Questo è solo uno dei tanti espedienti che i truffatori utilizzano nei confronti degli anziani. Per informare la cittadinanza nella struttura di via dalla Chiesa si è svolto martedì un convegno dedicato proprio a questo tema, tra i relatori il maggiore Stefano Mazzanti e il comandante della stazione di Mogliano, Donato Convertini. Il caso avvenuto nel quartiere Est dimostra come i loro consigli si possano rivelare utili ed efficaci.

Tra i casi affrontati si è parlato anche delle altre tecniche adottate dai truffatori: oltre all’esempio citato, definito come «truffa del pacco», il pubblico è stato messo in guardia sulle false letture del gas, sulle finte telefonate delle autorità con richiesta di soldi in contanti e sulla famigerata tecnica dell’abbraccio che fa leva sulla giovane età e sulla bella presenza per sfilare portafogli o collane dal malcapitato.

 

Video del giorno

Atlante, il capodoglio resiliente: sopravvissuto alla scontro con un'elica

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi