Cede l’asfalto a Santa Bona: buca profonda mezzo metro a Treviso

Treviso. Il cratere è comparso ieri mattina. La Lega attacca: «Strade senza manutenzioni» Il Comune: «Fatto isolato e subito risolto, la causa forse è stata una infiltrazione»

TREVISO. Ieri mattina, all’improvviso, si è aperta una grossa buca nell’asfalto di via Santa Bona Nuova, proprio in mezzo a uno dei due sensi di marcia della strada, quello diretto verso l’incrocio con Strada Ovest. Come minimo, poteva saltare più di qualche semiasse d’auto in transito, ma per chi viaggiava a bordo di una moto o una bici poteva andare molto peggio. Sì perché la buca, larga circa mezzo metro, era altrettanto profonda. Mai visto nulla del genere, sulle strade di Treviso. Immediato il tam tam delle foto sui social media, ma anche degli operai comunali, che dopo un sopralluogo e prima di coprire provvisoriamente la buca con del materiale, hanno cercato di capire la natura del crollo, probabilmente dovuto a un cedimento del terreno a causa di una infiltrazione. Insomma, potrebbe trattarsi dell’ennesimo guaio causato dalla vecchia rete dell’acquedotto, anche se ieri non si sono trovati pozzetti nei paraggi. Stamattina, comunque, dopo l’ora di punta, si provvederà all’asfaltatura della buca.

Anche se il problema è a monte: via Santa Bona Nuova, almeno in prossimità dell’incrocio, ha bisogno di una riasfaltatura integrale. Le opposizioni, Lega in testa, visto che siamo ormai in piena campagna elettorale, hanno pesantemente ironizzato sull’episodio: «Sembra una strada di Roma», ha detto il candidato sindaco del Carroccio Mario Conte. La replica del Comune: «È stato immediato l’intervento degli operai del Comune, messisi al lavoro già in mattinata per coprire la grossa buca creatasi per cause ancora da approfondire in via Santa Bona Nuova. L’intervento è scattato non appena alcuni cittadini hanno contattato l’assessore ai Lavori pubblici Ofelio Michielan, che anche ieri pomeriggio è tornato sul posto per verificare lo stato della strada».

E che dice: «Ringrazio gli operai che sono subito intervenuti, anche per verificare le cause del danno alla strada. L’ipotesi più probabile è che si tratti di una infiltrazione di acqua che dovrà essere risolta». Ma per il centrodestra, in questi ultimi anni, le manutenzioni nei quartieri hanon lasciato molto a desiderare. Dice infatti l’ex consigliere comunale azzurro Enrico Renosto: «Le strade della periferia sono un gruviera pericolossimo: ci sono tante buche e scarsa manutenzione, Treviso non può essere Baghdad. La prossima amministrazione deve intervenire con fondi strutturali dedicati alle periferie. La mia idea del bilancio di quartiere può essere la soluzione».



 

Video del giorno

Homeschooling, il racconto di Morena Franzin: "Tre figli che studiano a casa, nessun rimorso"

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi