Montebelluna, resiste allo sfratto: donna portata via in ambulanza

Montebelluna. Quando ha visto tutta la sua roba caricata sul cassone di un camioncino vi è salita sopra e ha scaricato tutto

MONTEBELLUNA. Quando ha visto tutta la sua roba caricata sul cassone di un camioncino vi è salita sopra e ha scaricato tutto. È stato il momento più difficile di uno sfratto eseguito ieri in via Dalmazia, in un appartamento dell’edificio dell’ex consorzio agrario, in centro città.

Gli automobilisti che passavano guardavano stupiti buttare dalla finestra materassi e altra merce. Era stato disposto uno sfratto esecutivo per morosità nei pagamenti di rate e spese condominiali e ieri nel primissimo pomeriggio era arrivato l’ufficiale giudiziario accompagnato da tre carabinieri per eseguirlo.

Nulla di complicato all’inizio, perché nell’appartamento non c’era nessuno e gli operai incaricati hanno cominciato a portare giù tutto e a lanciare dalla finestra ciò che poteva planare senza danneggiarsi, ad esempio i due materassi matrimoniali.

Si tratta di A.P., una donna che in centro tutti conoscono di vista dal momento che la si vedeva seduta di qua o di là o camminare inveendo contro tutto e tutti. E appena è arrivata e ha visto la sua roba nel cassone del camioncino, è salita sopra e ha scaricato tutto sul marciapiede.

A quel punto è stata fatta arrivare la dottoressa di famiglia, l’accesso a via Dalmazia è stato chiuso, il numero di carabinieri è aumentato ma di convincere la donna a più miti consigli non c’era verso: continuava a gridare e a spostare di qua e di là la sua merce.

(e.f.)
 

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi