Il pasticcere di Castelfranco inventa per Pasqua l’uovo di Natale

Castelfranco. il mastro pasticcere e cioccolatiere Alberico Titton dell’Opera l’ha realizzato, sull’onda dell’originalità. Una scritta “Buon Natale” sul classico uovo di cioccolato

CASTELFRANCO. Avete mai pensato a un uovo di Pasqua che vi augurasse anche un buon Natale? Sebbene possa sembrare un’assurdità, il mastro pasticcere e cioccolatiere Alberico Titton dell’Opera l’ha realizzato, sull’onda dell’originalità. Una scritta “Buon Natale” sul classico uovo di cioccolato. Ha creato qualcosa che fosse più di un semplice uovo di Pasqua, ovvero, una creazione che rappresentasse il vero ciclo della vita dalla nascita alla resurrezione e che inglobasse quindi i due significati più importanti della tradizione cristiana.

«Senza il Natale non ci sarebbe la Pasqua, quindi perché non ricordarlo e renderli un tutt’uno?», questo è il suo pensiero e ancora: «L’uovo è l’emblema della nascita e con quest’opera ho voluto rappresentare il cerchio della vita che si chiude, dalla natalità alla rinascita perché i due momenti non possono essere scollegati». Così Alberico spiega tutta la sua originalità della Pasqua 2018.

Con la moglie Daniela Baldon dal 2002 gestisce la Pasticceria e Cioccolateria Opera di fronte al palasport e dal 1982 la gelateria “Il gelato di Alberico”, vicino all’albergo Roma. La filosofia di Alberico e Daniela è quella di promuovere prodotti nuovi e originali partendo da ingredienti del territorio.

Diversi sono i prodotti con cui hanno suscitato la curiosità dei propri clienti: da quelli a base di radicchio rosso di Treviso come il panettone, la colomba e La Rustega, al gelato salutare arricchito con fermenti vivi probiotici sviluppato durante il lavoro di tesi universitaria in scienze e tecnologie alimentari della figlia Greta.

 

Video del giorno

Atlante, il capodoglio resiliente: sopravvissuto alla scontro con un'elica

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi