Due dita amputate a un operaio alla Osram di Treviso

Treviso. Infortunio sul lavoro alla Osram, altri due incidenti in un cantiere edile di Villorba e alla Grafica Veneta

TREVISO. Tre gravi infortuni sul lavoro nelle ultime ore. A farne le spese altrettanti operai. Due esperti (uno ci ha rimesso due dita ed uno ha riportato serie contusioni) ed uno giovane che ha subìto lo schiacciamento di una mano. L’emergenza infortuni sul lavoro in provincia di Treviso continua a non concedere tregua.

L’incidente più grave è avvenuto mercoledì notte, poco dopo le 22.30, alla Osram, la celebre fabbrica di lampadine in via Castagnole a Treviso. Vittima dell’incidente un operaio di 62 anni, Ivano M. di Zero Branco. L’uomo, per cause al vaglio dei tecnici dello Spisal, mentre lavorava in una macchina per il confezionamento delle lampadine, ha inavvertitamente messo la mano all’interno degli ingranaggi, subendo l’amputazione di due dita della mano sinistra. Immediato l’allarme lanciato dai colleghi alla centrale operativa del 118. Sul posto sono intervenuti i sanitari che hanno provveduto a trasportare l’operaio ferito prima all’ospedale di Treviso e successivamente a quello di Pordenone, specializzato nella ricostruzione degli arti, dove si trova attualmente ricoverato. Sul posto sono intervenuti anche gli agenti della questura che hanno segnalato il fatto allo Spisal che sono successivamente intervenuti per verificare il rispetto delle norme sulla sicurezza sul lavoro.


Un altro infortunio è avvenuto nel pomeriggio in un cantiere di via Capitello a Villorba dove, a causa del cedimento di un braccio di un’autopompa, un operaio straniero è stato colpito da una parte meccanica del macchinario. Immediato l’intervento del 118 ed il suo ricovero.

Un terzo infortunio è avvenuto alla Grafica Veneta di Trebaleseghe sempre mercoledì notte, più o meno allo stesso orario di quello dell’Osram. La vittima è un operaio della Marca. Erano da poco passate le 22 e nell’azienda si era in piena attività produttiva. Vittima dell’infortunio un venticinquenne di Morgano, Matteo T.. Il giovane operaio è rimasto con la mano destra sotto una pressa riportando un trauma da schiacciamento con frattura al quarto e quinto metacarpale e una lesione al tendine. Trasportato all’ospedale di Camposampiero per le cure del caso, è stato dimesso con una prognosi di 40 giorni salvo complicazioni. Nell’azienda di Trebaseleghe sono arrivati i carabinieri della compagnia di Cittadella e gli ispettori dello Spisal dell’Usl 6 Euganea per verificare se siano state eluse le misure di sicurezza per velocizzare le operazioni lavorative. Grafica Veneta è la più importante produttrice di libri in Italia con 20 milioni di copie solo per la saga di Harry Potter. L’azienda è nota ormai in tutto il mondo per avere stampato, oltre alle edizioni (letteralmente blindate) di Harry Potter, anche i libri di Stieg Larson (150 milioni di copie).

Tutti infortuni sul lavoro sui quali stanno indagando i tecnici dello Spisal. Sono sempre più frequenti, in linea generale, i casi in cui i dipendenti disattivano i sistemi di sicurezza sui macchinari per velocizzare il proprio lavoro.

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

L'arrivo di Del Vecchio ad Agordo tra gli applausi della sua gente

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi