Fiamme nella fabbrica di plastica, brucia la Ovag

Devastante incendio ai confini con Susegana, sul posto vigili del fuoco, carabinieri e Arpav

REFRONTOLO. Un devastante incendio si è sviluppato attorno alle 21:20 di domenica sera alla ditta Ovag di Refrontolo in via Crevada. Sul posto sei squadre dei vigili del fuoco. Allarme per la nube nera, la fabbrica produce materie plastiche.

Timori anche per le aziende vicine, in particolare per la D3 che produce imballaggi di cartone: le fiamme hanno rischiato di propagarsi in tutta l’area industriale, costringendo i pompieri a un lavoro di bagnatura preventiva dei capannoni confinanti.

Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, sono immediatamente intervenuti anche i carabinieri. Pochi minuti dopo, vista la gravità della situazione, è stata allertata anche la protezione civile che ha aiutato le forze dell’ordine a bloccare via Crevada, la strada che da Pieve di Soligo porta verso Conegliano. Il traffico è stato deviato per Santa Maria di Feletto.

La nube nera si è sprigionata altissima, confondendosi con il cielo scuro. È stata allertata anche l’Arpav.

Altro allarme: quello delle possibili esplosioni. La ditta, infatti, per la lavorazione e il taglio delle materie plastiche utilizza anche azoto e anidride carbonica in bombole. «Ho spiegato ai vigili del fuoco dove sono stoccate le bombole», ha detto ancora il titolare. Una situazione estremamente pericolosa e che ha richiesto cautela ma prontezza.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi