Case popolari, apre un cantiere a Conegliano

La prima opera della nuova giunta di centrodestra è il compimento di una proposta della sinistra

CONEGLIANO. La prima importante opera pubblica cantierata dalla nuova amministrazione di centrodestra arrivata nell’area dove era iniziata la campagna elettorale del centrosinistra. In questi giorni sono stati affidati i lavori per avviare la ristrutturazione di uno dei condomini di edilizia popolare in via Cacciatori delle Alpi, quartiere Dei Mille.

Da anni lì vi sono tre palazzi di proprietà del Comune in stato di abbandono e inagibili. Il condominio che subirà il primo restyling sarà quello al civico 18. In questo modo sarà possibile ricavare nove appartamenti, a canone agevolato per famiglie indigenti. I lavori sono stati finanziati interamente da un contributo regionale (Fondo immobiliare Veneto casa), che già nel marzo 2016 era stato assegnato al Comune di Conegliano- 450 mila euro erano stati destinati alla Città del Cima e pochi giorni fa è stato assegnato l’appalto all’impresa Pro-Edil Srl di Milano.


I lavori che partiranno a breve serviranno per mettere in sicurezza la struttura e migliorarne la tenuta sismica, rifare la copertura. gli intonaci e le tinteggiature esterne, infissi e gli allacciamenti fognari. Questo sarà solamente il primo stralcio, poiché serviranno altri 450 mila euro, al momento non finanziati, per completare l’opera. Il secondo lotto prevede la sistemazione degli spazi interni, pareti, pavimenti, porte ed impianti, oltre alla realizzazione di un ascensore esterno e la collocazione dei parcheggi. Il complesso di via Cacciatori delle Alpi è formato in totale da sei condomini. Tre sono abitati, anche se i residenti hanno lamentato varie problematiche alle strutture, in particolare a causa d’infiltrazioni d’acqua. La scorsa primavera da lì aveva preso avvio la campagna elettorale del Partito Democratico e dei gruppi alleati CambiAmo e Progetto Conegliano, per evidenziare una delle aree della città abbandonate da tempo dall’amministrazione.

Il gruppo Progetto Conegliano aveva portato in via Cacciatori delle Alpi anche Andrea Causin, all’epoca presidente della commissione parlamentare d'inchiesta sullo stato di degrado delle periferie. In pochi mesi la giunta del sindaco Fabio Chies ha approvato il progetto definitivo e poi quello esecutivo, perché altrimenti sarebbe stato perso il contributo della Regione Veneto. Gli uffici regionali avevano già dato un ultimatum per l’avvio del cantiere entro il 15 dicembre 2017, concedendo poi una proroga di inizio lavori entro il prossimo 9 marzo, così come richiesto dal Comune di Conegliano. Entrambi gli stralci dovranno essere realizzati in 18 mesi. Il condominio dovrà essere abitabile a settembre 2019, altrimenti la Regione revocherà il finanziamento.
 

Video del giorno

Tokyo 2020, Federica Pellegrini scatenata su Instagram: ecco il suo balletto con Martina Carraro

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi