Pedone di Castelfranco travolto da un’auto pirata, è grave

Il conducente è fuggito a piedi per 13 chilometri fino a Resana, poi si è costituito

CASTELFRANCO. Scontro auto-scooter: quarantasettenne originario di Castelfranco in rianimazione, l’automobilista si dilegua a piedi ma ci ripensa e nel pomeriggio si costituisce: è stato denunciato per omissione di soccorso, fuga e lesioni personali. L’essersi presentato, assistito dall’avvocato Fabio Targa, e l’aver raccontato come si sono svolte le cose, ha portato il pm Cristina Gava a non arrestarlo e a lasciarlo a piede libero. Il grave incidente è accaduto sabato alle 22 sulla 308, la nuova strada regionale del Santo, all’altezza dello svincolo per Borgoricco (Padova). I due mezzi percorrevano la medesima corsia di marcia in direzione Padova quando l’auto, una Ford Focus, ha centrato con la parte destra lo scooter Piaggio che la precedeva, non si è capito se per l’andatura incerta di quest’ultimo o per un tentativo di sorpasso da parte dell'automobilista. Fatto sta che i due mezzi sono entrati in collisione e la moto è stata scagliata sulla corsia opposta mentre la Focus, a causa dell’impatto, si è rigirata di 360 gradi.

La peggio, come spesso accade in questi terribili incidenti, l’ha avuta lo scooterista, M.M., di Castelfranco, residente a Piombino Dese. Il quarantasettenne è rovinato a terra rimanendo gravemente ferito e il suo scooter è andato praticamente distrutto. A quel punto l’investitore ha fermato l’auto ed è sceso, ma quando si è reso conto della gravità della situazione è scappato a piedi lungo la 308 abbandonando la Focus sulla carreggiata. Più tardi ha raccontato di essere rimasto stordito dallo scoppio dell’airbag e di aver vagato a piedi fino ad arrivare a Resana, percorrendo 13 chilometri nella notte.


Drammatica la scena che si era trovata davanti un’automobilista che viaggiava dietro la Focus, un’utile testimone poiché ha assistito al fatto. L’uomo ha chiamato immediatamente i soccorsi, facendo accorrere sulla 308 un’ambulanza del Suem. Il personale medico ha praticato le prime cure sul posto al ferito, intubandolo e trasportandolo all’ospedale di Camposampiero. Dove gli sono stati riscontrati un trauma cranico, la frattura della gamba destra, un trauma toracico e fratture costali. M.M. è stato sottoposto a intervento chirurgico e ricoverato nel reparto di Rianimazione in prognosi riservata.

A rilevare l’incidente sono arrivati i carabinieri di Campodarsego, che hanno messo sotto sequestro i due mezzi. Dagli accertamenti eseguiti per la ricostruzione della dinamica i militari hanno accertato che la Ford Focus è intestata a un sessantottenne residente a Velletri, nel Lazio. L’automobilista, dopo essere fuggito a piedi, ha deciso però di costituirsi qualche ora dopo.

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi