Ecofurbo di Pieve di Soligo dimentica tra i rifiuti un assegno da 5.500 euro

Pieve di Soligo.  Un assegno circolare compilato della somma di ben 5500 euro, è stato rinvenuto da un operatore comunale di Pieve di Soligo mentre esaminava uno dei sacchi lasciati in giro dagli ecovandali 

PIEVE DI SOLIGO. Un assegno circolare compilato, pronto per essere incassato, della somma di ben 5500 euro, è stato rinvenuto da un operatore comunale di Pieve di Soligo mentre esaminava uno dei, purtroppo tanti, sacchi lasciati in giro dagli ecovandali sul territorio comunale. «Siamo veramente alla follia - dichiara Roberto Menegon, assessore alla sicurezza e protezione civile di Pieve di Soligo - quando l'operatore comunale mi ha contattato, non ci potevo credere.

Nei sacchi lasciati in giro da questi maleducati abbiamo rinvenuto di tutto in questo periodo: ma un assegno pronto per essere incassato e soprattutto di un importo del genere, era assolutamente impensabile. In che società viviamo?». Il cedolino è ora al vaglio dei pubblici uffici per valutare se sia stato rubato o se sia finito per errore tra le immondizie.

Di certo al titolare dell'assegno, italiano e pievigino, una volta verificate le generalità fosse anche il responsabile dell'abbandono, verrà recapitata, come da normativa, una sanzione di 200 euro che finirà nelle casse comunali. «Una battaglia per l'educazione» sottolinea Menegon.

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Salento, violenta tromba d'aria: bagnanti in fuga e alberi divelti a Melendugno

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi