In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

A Orsago la chiesa è in restauro: messe e funerali si fanno a teatro

Orsago, cantierati l’edificio religioso e l’affresco sulla volta La “busta della bontà” ai fedeli per raccogliere 120mila euro

di Diego Bortolotto
1 minuto di lettura

ORSAGO. La chiesa è cantierata e così le messe e i funerali si celebrano al teatro Cristallo. Nella chiesa di Orsago sono iniziati i lavori per di restauro del soffitto e dell’affresco centrale attribuito a Gianbattista Canal. Momentaneamente le funzioni religiose, anche i funerali, sono state spostate nell’adiacente teatro Cristallo (ex cinema). Venerdì prossimo anche la Festa della candelora si svolgerà nella struttura che è di proprietà della parrocchia e dove di solito si svolgono non funzioni religiose ma riunioni, spettacoli e rappresentazioni teatrali. Ma pra si fa di necessità virtù.

Tra gli orsaghesi inoltre è scatta una colletta di solidarietà per aiutare la parrocchia a coprire i 120mila euro della ristrutturazione. «Dopo tanti secoli e vicissitudini la chiesa comincia ad avere qualche acciacco – ha spiegato il parroco don Mario, che nella “Voce di Orsago” aveva anticipato ai fedeli i lavori - il che ha reso indispensabile una serie di ispezioni per garantire sia l’incolumità di coloro che la frequentano, che la salvaguardia di un bene a noi tutti caro».

Non c’è alcun pericolo e la chiesa è agibile, ma serve una manutenzione. La parrocchia non ha i fondi per quell’ingente spesa e per questo ha attivato la “Busta della bontà”, distribuita a tutte le famiglie orsaghesi. Sono già stati raccolti oltre 6mila euro tra i fedeli, e in 150 hanno dato il loro piccolo o grande aiuto.

Una coppia per la celebrazione dell’anniversario di matrimonio ha devoluto 550 euro. Si spera inoltre in qualche contributo pubblico. «L’opera di restauro avrà dei costi che la parrocchia da sola non è assolutamente in grado di sostenere – ha ricordato don Mario nel bollettino parrocchiale - si è pensato pertanto di tornare ad attivare la “Busta della bontà”, contando anche su possibili richieste di elargizione agli enti locali. Ma, tenendo presente la generosità degli Orsaghesi e riponendo fiducia nella Provvidenza, speriamo di ridare quanto prima splendore e sicurezza alla nostra chiesa». Gli ultimi lavori di restauro erano stati realizzati all’inizio degli anni ‘90. Un architetto e una ditta hanno effettuato le indagini ed evidenziato anche distacchi di intonaco dal campanile, per cui sono state posizionate delle piastre.
 

I commenti dei lettori