Il Miur vara il liceo breve, partono Pio X e Canossiane

Il Miur dice per la prima volta sì al liceo breve – con un percorso di studi di quattro anni anziché cinque - e da settembre la nuova sperimentazione farà ingresso anche in due licei trevigiani: il...

Il Miur dice per la prima volta sì al liceo breve – con un percorso di studi di quattro anni anziché cinque - e da settembre la nuova sperimentazione farà ingresso anche in due licei trevigiani: il liceo scientifico del Collegio Vescovile Pio X e il Liceo delle Scienze Applicate dell’Istituto Canossiano. Che diventano i primi due istituti superiori della Marca pionieri del percorso liceale quadriennale. Cogliendo così al balzo l’opportunità messa in gioco dalla ministra Valeria Fedeli che aveva firmato ad agosto il decreto per il Piano nazionale di sperimentazione in 100 classi in 100 scuole tutta Italia per il diploma in quattro anni, che coinvolgerà sia i licei che gli istituti tecnici. ll ministero della Pubblica istruzione prima di Natale ha poi comunicato ufficialmente nel suo sito del Miur l’approvazione dei cento licei quadriennali sperimentali ai nastri di partenza dal prossimo settembre. Promossi tutti e due i progetti di liceo breve presentati dal Pio X e dalle Canossiane. Approvate in Veneto altre quattro sperimentazioni di liceo breve: a Cittadella, Villafranca, Verona e Bassano del Grappa. Insieme i presidi dell’istituto Canossiano, Stefano De Marchi e del collegio Pio X, Simone Ferraro, hanno sottolineato che si tratta di un’opportunità unica per la città di Treviso, con le due scuole dal prossimo anno di scuola potranno cimentarsi in questo nuovo percorso di studi: «Vengono confermati gli indici elevati di qualità della scuola superiore di Treviso ed in particolare la capacità di progettazione da parte dei professori delle due scuole cattoliche, l’Istituto Canossiano e il Collegio Pio X», spiegano i due presidi dei primi due licei brevi al via in città. Il progetto del liceo quadriennale nelle due scuole superiori paritarie era già stato presentato alle famiglie durante le giornate di scuola aperta. Ora che il sì ufficiale del Miur è arrivato le iscrizioni per il nuovo anno scolastico 2018-2019 potranno essere accettate. Dal Miur è stato concesso l’avvio di una sola prima classe, al massimo di 25 studenti. Il corso di studi deve garantire l’insegnamento di tutte le discipline previste dall’indirizzo liceale entro il termine del quarto anno, promuovere progetti di continuità e orientamento con il mondo del lavoro, con gli ordini professionali, con l’università, nonché individuare azioni di valorizzazione delle attività di laboratorio e dell’utilizzo delle tecnologie didattiche innovative. (a.v)

Video del giorno

Sei tori in fuga lungo i binari a Roncade: due recuperati, quattro abbattuti

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi