In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Sosta sempre più cara e in piazza S. Martino strisce blu da stangata

Aumenti sia per le tariffe orarie che per gli abbonamenti Il sabato pomeriggio si potrà parcheggiare gratuitamente

di Diego Bortolotto
2 minuti di lettura
CONEGLIANO. La società “Segnaletica industriale stradale (Sis)”, l'unica azienda italiana che ha avuto un riconoscimento all'European Parking Award 2017, gestirà da febbraio i parcheggi a Conegliano. La società ha garantito un'offerta di 686mila euro all'anno al Comune. Ci sarà la sosta gratuita al sabato pomeriggio per favorire lo shopping in centro, il nuovo tentativo, concordato con l’Ascom, per rilanciare la città dal punto di vista dei negozi di vicinato. Ma scatteranno anche gli aumenti, consistenti, per la tariffa oraria nelle tre diverse zone (A,B e C) e per gli abbonamenti. Tutte le novità prenderanno avvio dal primo febbraio. La stangata vera e propria arriva per chi occuperà i 62 stalli di piazzale San Martino, dove la tariffa verrà quasi raddoppiata, passando da zona B ad A, quindi da 0,80 a 1,30 euro all'ora. Fra le quattro società che si erano fatte avanti per l’appalto della sosta, la commissione comunale ha valutato come migliore la proposta arrivata da Sis, ditta di Corciano (Perugia), che ha superato in punteggio Abaco Spa (l'attuale gestore) e le altre due ditte che si erano presentate. Ad essere decisiva è stata l'offerta economica. Sis infatti ha ottenuto il massimo punteggio (30 punti), presentando un rilancio di 86.460 euro, rispetto alla base di 600mila euro annui per la gestione. Abaco aveva presentato l'offerta tecnica migliore in base ai criteri stabiliti dal concorso (61 punti), ma nel totale ha prevalso l'azienda perugina (79 a 73). La società “Segnaletica industriale” stradale a settembre è stata premiata a Rotterdam, tra le eccellenze nei parcheggi europei, sul podio per la categoria "Parcheggi su strada" nella gestione a Castel Gandolfo, la cittadina residenza estiva dei Papi. La stessa società per i prossimi cinque anni, dunque, sarà chiamata a gestire anche le strisce blu nella Città del Cima. Da febbraio dunque scatteranno le novità, da quella attesa del sabato gratis a quella meno gradita degli aumenti. I 525 parcheggi in zona A (quella più centrale) passeranno da 1,20 a 1,30 euro l’ora, i 195 in zona B (meno centrale) da 0,80 a 1 euro l’ora, i 227 in zona C (periferica rispetto al centro storico)da 0,60 a 0,80. Zona A sarà considerata l'area che va da piazzale San Martino fino al Cavallino. Gli abbonamenti per i residenti passeranno a 280 euro l'anno in zona A. Operatori e titolari di attività economiche potranno abbonarsi alle zone B e C, rispettivamente a 220 e 130 euro. Il più caro sarà il park interrato del Biscione: 420 all'anno per l'annuale. Gli aumenti, in base ai calcoli del Comune di Conegliano, dovrebbero garantire al gestore entrate per un milione 83 mila euro all'anno, 326 mila euro in più rispetto al 2016 (gli introiti l'anno scorso sono stati di 856 mila euro). In ogni caso l'azienda dovrà versare nelle casse comunali 686mila euro, come da offerta pervenuta, che rappresentano la maggior parte delle uscite, stimate in 887 mila euro. In totale la concessione quinquennale è stimata in 5 milioni di euro, con incassi in crescita rispetto al passato. L'unico meno, 100 mila euro, sarà derivato dai mancati introiti del sabato gratis. Gli orari in cui si pagherà la sosta saranno sempre gli stessi: dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 20, festivi esclusi. Nel bando del Comune di Conegliano, “Segnaletica industriale stradale” ha ricevuto il massimo punteggio per le "Caratteristiche e modalità di svolgimento del servizio", sbaragliando la concorrenza. Non sono previsti invece particolari sistemi per rilevare i trasgressori. Vi saranno gli addetti al controllo, nel numero minimo di 3 come stabilito dal Comune.

I commenti dei lettori