In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Treviso, in Prefettura la canzone di ringraziamento della migrante

E' iniziato così in Prefettura a Treviso l'incontro tra il prefetto Laura Lega e i migranti reduci dalla trasferta alla Santa Sede. A cantare una ragazza ospite del centro di accoglienza, accompagnata da un altro migrante, e con loro tutti gli altri richiedenti asilo hanno raccontato l'emozione della stretta di mano con il Santo Padre

1 minuto di lettura

Treviso, la voce della giovane migrante incanta la platea

TREVISO. Una canzone di ringraziamento, a Dio certo, ma anche a chi ha permesso che trenta profughi sbarcati in Italia mesi fa e ospitati nel centro di accoglienza alle ex caserme Serena di Treviso potessero stringere la mano a Papa Francesco.

E' iniziato così in Prefettura a Treviso l'incontro tra il prefetto Laura Lega e i migranti reduci dalla trasferta alla Santa Sede. A cantare una ragazza ospite del centro di accoglienza, accompagnata da un altro migrante, e con loro tutti gli altri richiedenti asilo che pur a fatica hanno raccontato in italiano l'emozione della stretta di mano con il Santo Padre. Tra loro anche una famiglia, padre madre e una bimba di appena due anni, tutti venuti in Italia a cercare una vita migliore.

I commenti dei lettori