In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Il Centenario, un grande incontro di Stati

L’assessore De Nardi annuncia il respiro internazionale degli eventi: «Qui hanno combattuto tutti»

1 minuto di lettura
VITTORIO VENETO. Sarà l'internazionalità il tema del Centenario della Grande Guerra. È l’orientamento dei già numerosi incontri promossi dalla giunta Tonon con le associazioni e le categorie economiche; il prossimo sarà oggi. «Un concetto - spiega Barbara De Nardi, assessore al Centenario della Grande Guerra - che nasce dall'idea che il nostro territorio, nella scansione temporale tra Resistenza sul Piave e la vittoria di Vittorio Veneto (tra ottobre e novembre del 1917 e lo stesso periodo del 1918), è stato vissuto da persone di tutte le nazionalità. In queste zone vivevano e combattevano, alleati o nemici, tutte le nazionalità dell'impero austroungarico. Italiani, francesi, tedeschi, inglesi, americani...». Cento anni dopo, in un clima nettamente diverso, Vittorio Veneto vuole ricordare quel momento. Lo farà attraverso lo scambio e la realizzazione di rapporti pacifici di collaborazione e di integrazione. "Andando" nel mondo - a partire dalla mostra di Washington, che si aprirà nell'autunno di quest'anno - e "accogliendo" di nuovo il mondo in città, a partire dalla Honourable Artillery Company, il reggimento di rappresentanza della regina Elisabetta II. Le associazioni sportive - in particolare quelle di atletica e di ciclismo - sono già impegnate nella programmazione di appuntamenti di grande rilievo per 2018, con l'organizzazione di gare di livello nazionale e internazionale, come la maratona e la maratonina, il gran premio internazionale di ciclocross, la prova nazionale di orienteering e il triathlon. Le associazioni di calcio e di volley stanno maturando l'idea di invitare le squadre giovanili estere a disputare delle partite con i giovani del territorio, mentre il tiro a segno nazionale ha proposto all'Esercito Italiano di dar vita a Vittorio Veneto ad un torneo dedicato ai militari. Fermento anche in ambito culturale, con le associazioni cittadine pronte a mettere in campo la conferenza sulla Nike di Samotracia e le giornate di geopolitica, promosse dall'Università della Formazione Continua. In fase di evoluzione anche la collaborazione fra le varie associazioni del territorio, con la Pro Loco disponibile a organizzare percorsi di trekking, agganciandosi in questo modo all'iniziativa della Scuola di Maratona e all'Ana, che stanno ipotizzando la creazione di pannelli fotografici e informativi nei punti di interesse cittadini sulle orme della Grande Guerra a Vittorio Veneto. E il Cai, proprio per il 2018, ha deciso che l'assemblea generale dei Delegati Nazionali si terrà a Vittorio Veneto. (f.d.m.)

I commenti dei lettori