Petrillo, l’inchiesta vaccini passa da Treviso alla procura di Udine

“Reato continuato”, così il caso da Treviso trasloca in Friuli dove l’assistente è sospettata di non aver fatto le profilassi anni fa. La difesa: «Scelta giusta»