La tosatura delle pecore un rito per la gita fuori città

FREGONA. Un rito che per i più ha il sapore dei tempi andati e che, al tempo stesso, regala la semplicità di una vita, per qualcuno ancora attuale, a stretto contatto con la natura. Un rito, quello...

FREGONA. Un rito che per i più ha il sapore dei tempi andati e che, al tempo stesso, regala la semplicità di una vita, per qualcuno ancora attuale, a stretto contatto con la natura. Un rito, quello della tosatura delle pecore, andata in scena ieri a Osigo, esattamente in località Sas a Pont. A seguirlo, con un posto in prima fila, coloro che hanno partecipato all’escursione curata dall’associazione naturalistica Prealpi del Cansiglio. Il mattino per una piacevole escursione, quindi il pranzo al sacco e poi nel primo pomeriggio la tosatura degli ovini. Un’operazione semplice per ricavare la lana. Le pecore vengono stese e poi tosate dagli esperti. Un “fresco” taglio di primavera e poi gli ovini sono tornati a pascolare, dopo essere stati involontari protagonisti di un set fotografico improvvisato con telefonini e reflex professionali a immortalare la tradizione.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid. Bambini a scuola, come evitare i contagi

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi