Li scopre a rubare al Famila di Villorba, vigilante picchiato

Due uomini e una donna riempiono le tasche di generi alimentari al Famila, arrestati. Con loro c’era un bambino

VILLORBA. Calci e pugni al vigilantes in borghese che li aveva scoperti a rubare all’interno del Famila di Villorba, su viale della Repubblica. Una furia incredibile che ha visto protagonisti due uomini e una donna, domenica mattina, sotto gli occhi di avventori e clienti del noto supermercato. Tutto è avvenuto verso le 11 quando l’addetto alla sicurezza privata che controlla il supermercato, un agente della Cds, ha notato un uomo e una donna con un bambino al seguito che si aggiravano tra gli scaffali occultando della merce.

Una pratica ormai consolidata che però si è scontrata con il servizio di sicurezza che dopo aver seguito la famiglia fino alle casse, una volta fuori dal supermercato ha cercato di fermarla. I tre si erano avvicinati ad una macchina dove ad attenderli c’era un uomo, di origini straniere. Quando si sono visti fermare dal vigilantes, i due uomini e la donna hanno iniziato a fare resistenza passando presto dalle parole alle spinte, fino a calci e tentativi di colpire l’agente in borghese con dei pugni.

Sul posto sono arrivate a sirene spiegate due gazzelle dei carabinieri. Gli aggressori sono stati immobilizzati e portati in stato di fermo con l’accusa di rapina e il minore affidato a familiari. Nell’auto, rimasta parcheggiata davanti al Famila, i carabinieri hanno anche scoperto varia altra merce, quasi certamente frutto di furti messi in atto in altri negozi della zona. Ieri i tre sono comparsi davanti al giudice del processo per direttissima che ha confermato i domiciliari visti anche i precedenti specifici a carico di uno dei tre rapinatori, noto pregiudicato.

Il vigilantes della Cds, domenica mattina, è stato costretto a rivolgersi ai medici del pronto soccorso per le ferite riportate nella colluttazione con i malviventi.

 

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi