Al supermercato con il nipotino per rubare

Mamma e nonna di un bimbo denunciate: sotto il passeggino nascondevano la merce trafugata

VITTORIO VENETO. Mamma e nonna fanno le spese con il bimbo di due anni sul passeggino all’interno del centro commerciale. Prendono due prodotti dagli scaffali e, arrivate alla cassa, spendono 4 euro e dieci centesimi. Peccato che nel porta oggetti, sotto i passeggino del bimbo, avessero merce per quasi 150 euro accuratamente nascosta sotto un paio di giubbini. A smascherare le due ladre è stata una guardia giurata donna, che aveva subito intuito di trovarsi di fronte ad una coppia di ladre, nonostante la presenza di un bambino, e le ha seguite con discrezione a distanza studiandone attentamente i movimenti.

Finché, quando le ladre si sono limitate a pagare i due prodotti esibiti e stavano per andarsene, non è intervenuta bloccando le due ladre e poi facendo intervenire i carabinieri che hanno provveduto a denunciare la diabolica coppia di mamma e nonna per furto aggravato.

Il fatto è successo all’Emisfero di via Matteotti a Vittorio Veneto. Protagoniste dell’episodio mamma e figlia, rispettivamente nonna e mamma del bambino che portavano in passeggino. Ad attirare l’attenzione della guardia giurata della Cds di Mestre, in servizio all’Emisfero di Vittorio, è stato il comportamento delle due donne che, ogni volta che avevano un prodotto lo mettevano nel porta pacchi sotto il passeggino, guardandosi nervosamente attorno e nascondendolo sotto i giubbini.

A quel punto l’addetta alla sicurezza le ha seguite e, una volta superata la cassa, ha fermato le due ladre. In mano avevano uno scontrino da 4,50 euro mentre sotto il passeggino avevano merce non pagata per 150 euro. Alla fine sono stati chiamati i carabinieri e le due donne denunciate per furto aggravato. (m.fil.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi