Treviso, padre tenta di incendiare la casa dove vive la famiglia

L'intervento delle volanti in piena notte

Incredibile episodio alle porte del capoluogo. Protagonista un cingalese sessantenne, furioso e ubriaco. L'uomo è stato arrestato dalla polizia

TREVISO.  Notte di paura per una famiglia cingalese residente a S.Artemio di Treviso. Il padre e capofamiglia, ubriaco fradicio e spesso incline alla violenza, dopo aver ricevuto una telefonata dalla moglie preoccupata perchè non lo vedeva rincasare mentre era a bere con gli amici, è rientrato furioso ed ubriaco, anche perchè la donna si era rifiutata di andarlo a riprendere come lui le aveva ordinato al telefono.

In preda alla rabbia ha così preso della benzina ed ha appiccato il fuoco alla porta della camera da letto dove dormivano i tre figli di trenta, ventisei e dodici anni. Fortunatamente,tutta la famiglia è sveglia e la reazione è immediata:l'incendio è spento in qualche minuto con le coperte e l'uomo raggiunto dai figli nel garage dove andava a smaltire la sbornia.

Lì nuovo parapiglia prima con i figli, feriti con colpi di bastone e cacciavite, poi con gli agenti della polizia che lo hanno arrestato per lesioni, maltrattamenti e per l'incendio

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La distesa di valigie all'aeroporto Marco Polo di Venezia

Tataki di manzo marinato alla soia, misticanza, pesto “orientale” e lamponi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi