Allevatori Apa Fusione veneta Giustiniani presidente

Le assemblee dei soci delle associazioni provinciali allevatori (Apa) di Treviso e Padova riunite in seduta straordinaria hanno sancito, dopo oltre sessant’anni di attività, la loro incorporazione...

Le assemblee dei soci delle associazioni provinciali allevatori (Apa) di Treviso e Padova riunite in seduta straordinaria hanno sancito, dopo oltre sessant’anni di attività, la loro incorporazione in associazione veneta allevatori (Ava).

Dopo aver espletato gli ultimi adempimenti, la nuova associazione diventerà operativa e avrà valenza regionale, associando più di 700 allevatori, e avrà un organico di partenza di 25 dipendenti. «La nuova associazione raccoglie le professionalità e le competenze maturate dai tecnici in decenni di attività di consulenza prestata agli allevamenti associati», dice il presidente Ava Lodovico Giustiniani, «Anche dal punto di vista patrimoniale la nuova associazione sarà ben dotata: disporrà di sedi di proprietà a Treviso e Padova, ed è in procinto di attivare una sede anche a Verona. La nostra associazione mira a colmare il vuoto venutosi a creare con la riorganizzazione del sistema allevatori voluto da Aia, che ha escluso le Apa di Padova e Treviso, oltre altre Apa venete, dal progetto. L’Ava non è alternativa all’Arav». Una nuova associazione che però alla Coldiretti non piace...

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi