In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Il prof Calò premiato da Mattarella

Al Quirinale il docente che ospita profughi, ora è Ufficiale dell’Ordine al Merito

1 minuto di lettura

Il professore Antonio Silvio Calò, 54 anni, ha ricevuto dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, la nomina di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana «per l’esempio di civiltà e generosità che ha fornito aprendo la sua casa a sei giovani profughi giunti nella provincia di Treviso dopo essere sbarcati a Lampedusa». «Grazie a voi l’Italia è un grande paese», ha detto il Presidente della Repubblica che ha ringraziato ad uno ad uno i cittadini insigniti. «Tante persone in Italia hanno questa attitudine, ma il vostro comportamento viene indicato agli altri perché si moltiplichi. Per fortuna, nel nostro Paese la solidarietà è già molto presente. Molto più di quanto si pensi». Professore di storia e filosofia al liceo classico “Antonio Canova”, nei giorni caldi dell’arrivo dei profughi nella Marca, Calò ha aperto la propria casa, dove vive con la moglie e i quattro figli, a sei giovani profughi di Nigeria e Gambia. Ad accompagnarlo c’erano tre donne: la moglie Nicoletta Ferrara, la preside del Canova, Mariarita Ventura, e la dottoressa Maria Taboga. «Mia moglie rappresenta il valore della famiglia», ha spiegato Calò, «la preside crede nel valore dell’educazione e della formazione come basi del confronto, la dottoressa Taboga mi ha insegnato il valore dell'accoglienza».

I commenti dei lettori