Il Cda di Veneto Banca deprezza le azioni del 22,8%

la sede di Veneto Banca

Il consiglio di amministrazione prepara il crollo controllato. L'operazione al voto dell'assemblea dei soci a fine aprile

MONTEBELLUNA. Da 39 euro e 50 centesimi per azione a 30,50. Veneto Banca prepara un “crollo controllato” del valore del proprio titolo. Una riduzione del 22,8%. Sarà l’assemblea di sabato 18 aprile a dover dare il via libera alla svalutazione.

Quale sarà il clima tra i soci è facile da prevedere. «Il consiglio di amministrazione del Gruppo Veneto Banca», si legge in una nota diramata in serata, «esaminate le stime effettuate dagli esperti indipendenti designati dall’istituto così come previsto dall’articolo 6 dello statuto, ha deliberato di proporre all’approvazione dell’«ssemblea dei soci un valore dell’azione pari a Euro 30,50. Il consiglio ha infatti deciso di proporre un adeguamento del valore delle azioni che, con responsabilità, includa gli effetti derivanti dal comprehensive assessment condotto dalla BCE nel mese di ottobre 2014 e rifletta il perdurare della crisi economica che ha duramente colpito le famiglie e le imprese dei territori nei quali la banca opera. Per effetto di tale adeguamento e incorporando i previsti benefici derivanti dalla cessione di alcuni asset in via di dismissione, il rapporto tra valore e patrimonio sarà pari a 1,28».

Una scelta che  avrebbe a che fare con i numeri di bilancio, non con l'inchiesta che ha travolto l'istituto di creditofinito nel mirino della procura di roma e di quella di treviso per aggiotaggio

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Draghi in Veneto, il rap dei ragazzi con le parole della Costituzione

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi