Mezzavilla e lo schiocco super digitale delle dita

CASTELFRANCO. Un castellano tra i vincitori del premio “Digital Innovation” della "Wind Startup Award", il programma di formazione di "Wind Business Factor". È Marco Mezzavilla, 31 anni, laureato in...

CASTELFRANCO. Un castellano tra i vincitori del premio “Digital Innovation” della "Wind Startup Award", il programma di formazione di "Wind Business Factor". È Marco Mezzavilla, 31 anni, laureato in ingegneria dell’informazione all’Università degli Studi di Padova, attualmente ricercatore negli Stati Uniti, al Politecnico di New York. Assieme a 5 giovani italiani (Giuseppe Morlino, Claudio Capobianco, Ester Vigilante, Gerardo Gorga, Paolo Perrucci) ha sviluppato un particolare programma denominato “Snapback”. Un programma con cui interagire con tivù, tablet, cellulari o altri apparecchi digitali senza toccarli, ma solamente con comandi vocali o piccoli gesti a distanza. Lo snap altro non è che lo schiocco delle dita, parola che oltre a dare il nome alla startup riflette la filosofia dietro questa tecnologia 100% italiana. «L’obiettivo di Snapback», spiega Marco, «è di introdurre naturalità e semplicità nell’interazione uomo-macchina. Applicando creatività, ingegneria ed ergonomia alla sensoristica, oggi sottoutilizzata, di cui dispone ogni apparecchio. Abbiamo interagito con i grandi protagonisti della tecnologia mondiale. Samsung, Sony, Microsoft per citarne alcuni. Abbiamo raccolto numerosi premi e riconoscimenti che ci hanno permesso di costruire, in breve tempo, una risonanza a livello globale. Sono attualmente ricercatore al politecnico di New York e allo stesso tempo capo ricerca e ambasciatore di Snapback negli Stati Uniti. Qui espongo la nostra tecnologia durante gli innumerevoli incontri al fine di creare un solido network che faciliterà la costituzione di una corporation per attirare capitale americano».

Daniele Quarello

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi