In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Stop ai contributi a pioggia per gli asili ora conta l’Isee

VILLORBA. Basta contributi a pioggia. Ora gli asili paritari di Villorba potranno contare su finanziamenti legati all’Isee delle famiglie. Dopo l’annuncio di alcuni mesi fa, quando scoppiò il caso...

1 minuto di lettura

VILLORBA. Basta contributi a pioggia. Ora gli asili paritari di Villorba potranno contare su finanziamenti legati all’Isee delle famiglie. Dopo l’annuncio di alcuni mesi fa, quando scoppiò il caso dell’aumento delle rette nelle materne parrocchiali, il Comune ha deciso di passare ai fatti. Nell’ultima seduta di giunta è stata approvata la nuova disciplina dei contributi alle materne: «In questo modo aiuteremo le famiglie dei residenti con Isee basso, e solo quelle», ha spiegato il sindaco Marco Serena. L’idea di modificare i contributi nasce in primis da esigenze economiche: il Comune non è più in grado di sostenere le materne parrocchiali come una volta. Qualche anno fa dava 225mila euro, poi è passato a 205mila, a 190mila, e da quest’anno, come nel prossimo, a 162.500. Le parrocchie hanno immediatamente risposto con l’aumento delle rette, già dallo scorso settembre. In municipio hanno deciso dunque di intervenire in modo diverso dal passato. I 162.500 dal prossimo anno scolastico saranno dati in base all’Isee delle famiglie con bambini iscritti alle materne parrocchiali, e aiuteranno solo chi risiede a Villorba. Ma arriveranno comunque alle parrocchie, a cui i genitori dovranno rilasciare una sorta di autorizzazione a riscuotere per loro il contributo. Questo, nei piani della giunta, farà sì che lo sconto sulla retta arrivi solo a coloro che sono destinatari del contributo. Dal municipio arriveranno 50 euro al mese per ogni bambino residente a Villorba, iscritto alle materne, la cui famiglia ha un Isee inferiore ai 19.999 euro, dai 20mila ai 29.999 il contributo scende a 35 euro; sopra invece si pagherà retta piena. Stesse categorie per le sezioni primavera, che però strapperanno contributi più alti: 70 euro per la prima fascia e 49 per la seconda. Per il nido integrato contributi di 200 euro e 140.

Federico Cipolla

I commenti dei lettori