In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Simone Carnielli apre il suo armadio pieno di storie

Simone Carnielli (foto), l'attore e formatore teatrale che ama definirsi un “artigiano del teatro”, va in tour con il suo “Armadio delle storie a colori”, a partire da oggi alle 17 nella biblioteca...

1 minuto di lettura

Simone Carnielli (foto), l'attore e formatore teatrale che ama definirsi un “artigiano del teatro”, va in tour con il suo “Armadio delle storie a colori”, a partire da oggi alle 17 nella biblioteca di Pieve di Soligo, rivolto a bambini dai 3 agli 8 anni (massimo 25 posti prenotazioni 0438.985380). Poi prosegue, nell’ambito della Settimana delle Biblioteche, domani pomeriggio alle 15 in quella di San Vendemiano, e poi nelle biblioteche di mezza provincia: giovedì dalle 14.30 a Montaner-Sarmede, ancora sabato alle 15.30 a Cordignano, domenica alle 14.30a San Polo di Piave e infine alle 17 Cappella Maggiore. «A voi piacciono le storie belle o brutte? Come? ah...Beh insomma vediamo cosa ho nel mio zaino... eh! E questa cos'è? Come? Una scatola? Un Armadio? Una biblioteca portatile? Oh già! Avete ragione... che sbadato ora ricordo! E' la mia cassaforte per libri, ed è magica, si! Si apre solo con la parola magica... la sapete?».

Così Simone Carnielli, appassionato di fumetti e di un approccio quasi “manuale” all’attività artistica, presenta il suo “Armadio delle storie a colori” con il quale ammonisce subito i piccoli spettatori che per aprire la cassaforte serve la parola magica che è contenuta nella soluzione di un indovinello. Aperta la cassaforte, inizia la storia.

«Gli armadi», sostiene Carnielli, «nascondono sempre grandi sorprese: storie vecchie e storie nuove, di ogni epoca e paese, per quando brilla il sole, o quando fuori piove». E così dopo aver scelto il libro in base ai gusti e all’età degli ascoltatori si passa alla lettura. Carnielli ha sperimentato il suo percorso artistico nel Collettivo di Ricerca Teatrale di Vittorio Veneto e nel 2010 è stato cofondatore di "Effetti Personali" di Conegliano, con cui ha debuttato nell’allestimento di “Un principe, una volpe, una rosa”. Collabora anche con l'attrice Tania De Poi in “Occhixocchi” Teatro, progetto teatrale rivolto ai ragazzi.

Mentre con il ballerino , coreografo e regista Giovanni Cilluffo della compagnia Kalsa sta girando l'Italia con lo spettacolo “L'invisibile della pienezza” in cui un'esperienza intima e personale viene resa universalmente condivisibile.

Alessandro Valenti

I commenti dei lettori