Minaccia di buttarsi dal balcone: salvata

Una giovane donna in Borgo Montegrappa prima lancia oggetti e poi dice di volersi suicidare. Blitz delle forze dell’ordine

CASTELFRANCO. Momenti di paura ieri in centro a causa di una donna che minacciava di buttarsi giù dal quinto piano in Borgo Monte Grappa, nella palazzina al civico 37. Per oltre un’ora la situazione ha tenuto con il fiato sospeso circa centocinquanta persone che, attirate dalle urla della donna, erano arrivate sul posto per capire cosa stava accadendo.

Tutto è cominciato intorno alle undici quando la donna, D. Z., brasiliana di 36 anni, coniugata (ma il marito era assente per lavoro) e con figli, ha cominciato ad urlare frasi sconnesse, ma nelle quali si intuiva l’intenzione di farla finita.

Ad un certo punto ha cominciato a tirare oggetti dal terrazzo: un telefonino, scarpe e persino vasi di fiori che hanno danneggiato tre autovetture che erano parcheggiate sotto il terrazzo. Intanto si radunava sempre più gente sotto la palazzina, complice anche la contemporanea presenza del mercato a qualche decina di metri, in piazza Giorgione.

Secondo un testimone la situazione stava già andando avanti da qualche minuto prima che venissero avvisati i soccorsi. Sul posto sono arrivati i carabinieri e i vigili del fuoco di Castelfranco, che hanno immediatamente circoscritto la zona, considerando l’incombente pericolo che la donna lanciazze altri oggetti. Da Treviso è arrivata un’altra squadra dei vigili del fuoco con l’autoscala e con un enorme gonfiabile che è stato posto sotto l’edificio nel caso che la donna si fosse lanciata davvero nel vuoto.

Dapprima si è tentato di raggiungere l’appartamento dove abita la donna dal retro, con l’autoscala: poi si è optato per un diversivo che si è rivelato efficace. Grazie alla collaborazione di un vicino, il comandante della stazione dei carabinieri di Castelfranco, Antonio Currò, e il caposquadra dei vigili del fuoco, Valerio Mantesso, hanno raggiunto il terrazzo confinante, per scavalcare la ringhiera che lo divide da quello dove stazionava la donna. E qui hanno atteso il momento propizio per intervenire, che si è verificato quando è rientrata momentaneamente in casa. Il carabiniere e il vigile del fuoco fulmineamente sono balzati nell’altro terrazzo e hanno bloccato a terra la donna all’interno del suo appartamento, dove contemporaneamente facevano irruzione i carabinieri guidati dal comandante della compagnia, Salvatore Gibilisco, e altri vigili del fuoco.

Nel frattempo era stato allertato anche un “negoziatore” dei carabinieri, specializzato nell’affrontare situazioni come queste, che si teneva costantemente in contatto con l’aspirante suicida. La donna ha continuato a delirare anche poco dopo quando, sorretta dai carabinieri, è stata portata nell’ambulanza giunta sul posto: urlava sempre frasi sconnesse, dalle quali si capiva soltanto la volontà di dare addio a tutti. La donna, sposata e con due figli, è attualmente ricoverata nel reparto di Psichiatria dell’ospedale di Montebelluna: a quanto pare anche in passato era stata in cura nello stesso reparto.

È solo da poco tempo che abita nello stabile di Borgo Monte Grappa: anche per questo i vicini finora non avevano avuto alcun sentore preoccupante circa la sua salute psichica.

GUARDA LE FOTO E IL VIDEO

DEL SALVATAGGIO

WWW.TRIBUNATREVISO.IT

Video del giorno

Calcio, prima categoria Piemonte: allenatore rifila un pugno all'arbitro in campo

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi