Il guadagno? Più alto di quello in fabbrica

Per avviare la coltivazione di un ettaro di terreno servono 3 mila euro. E se ne intascano 6 mila

Con un campo di radicchio di certo non si diventerà milionari ma si può portare a casa uno stipendio poco più alto di quello di un operaio. Cosa che di questi tempi non è affatto scontata. Sarà per questo che, secondo gli ultimi dati, sempre più giovani rimasti senza occupazione decidono di darsi alla coltivazione del radicchio rosso di Treviso, magari sfruttando la terra della piccola impresa agricola di famiglia, altri addirittura prendendo qualche ettaro in affitto. Ma ecco l’investimento necessario per avviare una coltivazione di radicchio. Innazittutto servono 3.000 euro per dare inizio alla coltura di un ettaro di terra, tra sementi, assicurazione, eventuale costo di affitto del terreno (tra gli 800 e i 1.000 euro l’ettaro ). Tremila euro non sono tanti se confrontati con i 15 mila necessari per coltivare un ettaro di terreno a vigneto. E se per il vino per ottenere un riscontro in termini di raccolto è necessario attendere almeno due anni, per il radicchio i tempi sono molto più brevi. La semina normalmente avviene a giugno, la raccolta a novembre. Altri 3.000- 3.500 sono necessari per la raccolta (che avviene dopo almeno due brinate che danno la colorazione rossa alla pianta), la sistemazione in cassette e il procedimento di imbianchimento del radicchio (i cespi vengono collocati verticalmente in ampie vasche piene di acqua di falda, protette, ed immersi fino in prossimità del colletto per il tempo necessario al raggiungimento del giusto grado di maturazione).

Infine sono necessari altri 3.000 euro per la fase finale (sempre per un ettaro di terreno), la toilettatura, cioè le operazioni con le quali si liberano i cespi dai legacci o dalle gabbie, si asportano le foglie deteriorate o prive dei requisiti minimi fino ad ottenere un germoglio con le caratteristiche previste.

Tutte operazioni necessarie prima della messa in distribuzione del prodotto.

In tutto l’investimento ad ettaro si può stimare sui 9 mila, massimo 9 mila e 500 euro.

In media il guadagno va tra i 5 e i 6 mila euro, soprattutto se si considera un appezzamento di medie e piccole dimensioni (tre ettari) e non è necessario ricorrere a manodopera esterna. Insomma, il radicchio è un investimento. (s.g.)

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi