Si fingeva un docente Denunciato un mottense

Quarantaduenne era riuscito ad accreditarsi come criminologo all’università In passato ad un giornale aveva dichiarato di aver salvato 250 ostaggi nel mondo

MOTTA DI LIVENZA. Stavolta si era spacciato per professore di criminologia e, dopo aver riempito un modulo di autocertificazione, era perfino riuscito a diventare relatore (insieme ad altri) di un corso, appunto, in Criminologia alla Scuola Universitaria per mediatori linguistici Ciels di via Venier a Padova. Istituto privato riconosciuto dalla Regione e accreditato al Miur secondo quanto riferito dal direttore Simone Borile. In realtà, D.B., 42 anni, originario di Motta di Livenza, quei titoli non li ha mai acquisiti. E per questo motivo nei giorni scorsi i carabinieri di Prato della Valle l’hanno denunciato per usurpazione di titolo. Eppure in un sito D.B., anche autore di un libro che parla di strategie di negoziazione internazionale, si dipinge come “docente universitario alla la Scuola Superiore Universitaria Ciels di Padova di Comunicazione strategica forense, Strategia della comunicazione nelle emergenze e Negoziazione operativa, ambito in cui ha operato e opera”. Non solo: di sè dice di “collaborare con numerose università a livello internazionale e con le più prestigiose accademie di polizia dell'Unione Europea. Ha prestato la sua attività direttamente nelle zone di conflitto. È consulente delle forze dell'ordine in ambito internazionale nella Negoziazione operativa e nell'Antiterrorismo. Collabora con il Peace Operation Training Istituire (USA) quale docente nei corsi Onu. Membro A.N.A. (Washington, USA), membro UNAUSA (New York) e referente per l'Italia del World Mediation Centre (Berlino)”.Tutto falso? Di certo c’è che chi lo conosce appena sente la litania di collaborazioni scoppia in una sonora risata. Già, perché il quarantenne di Motta un anno e mezzo fa fu protagonista di una vicenda che ha dell’incredibile. Nel giorno del suo matrimonio, nel suo paese d’origine, una sua ex fece irruzione in chiesa chiedendo di poter leggere una denuncia presentata ai carabinieri perché spacciandosi per un esperto l’aveva presa in giro, convincendola che l’avrebbe fatta diventare una star dello spettacolo. Apriti cielo. E non era l’unica a quanto pare.Al finto professore , sedicente esperto in Criminologia, finora era andata sempre bene. Al punto che nel gennaio scorso le sue esperienze erano diventate un’intervista per un giornale nazionale. D.B., aveva parlato con un giornalista, spiegando di aver salvato almeno 250 ostaggi in giro del mondo, raccontando le sue tecniche. La sua “carriera”, stavolta ha subito uno stop, dovendo occuparsi dell’ennesima denuncia. (p.bar.)

Video del giorno

Turchia, la furia del minatore non pagato: sale sull'escavatore e distrugge i camion

Timballo di alici

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi