Ferragosto a Treviso, ecco i musei aperti per riscoprire storia e cultura pop

Una visitatrice alla mostra “Renato Casaro. L’ultimo cartellonista del cinema. Treviso, Roma Hollywood” in tre diverse sedi espositive (Santa Caterina, collezione Salce a Santa Margherita e San Gaetano)

Alla possibilità di visitare collezione Salce, Santa Caterina e Bailo con relative mostre, si aggiungono le proposte in provincia

TREVISO. Un Ferragosto all’insegna dell’arte, in cui approfittare della calma in città per lanciarsi in un viaggio emozionante tra antichi reperti archeologici e colorati cartelloni che hanno fatto la storia del cinema. Oggi trevigiani e turisti potranno entrare nei musei del capoluogo aperti con gli orari consueti: dalle 10 alle 18 nel complesso di Santa Caterina e del Bailo:il primo destinato a custodire, tra i tanti interessanti oggetti, le testimonianze degli antichi veneti, i Venetkens, mentre il secondo accoglie l’arte moderna con opere di Arturo Martini e Gino Rossi.

In

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi