Contenuto riservato agli abbonati

Chef Vettorello riparte da Villa Soligo con la gastronomia “olistica”: «Il cibo è emozione»

Tino Vettorello nel suo nuovo ristorante di Farra di Soligo

Farra, il cuoco dei vip e dei divi del cinema inizia una nuova esperienza tra le colline del Prosecco Superiore divenute patrimonio Unesco

FARRA DI SOLIGO. Torneranno i vip a Farra di Soligo. Parola di Tino Vettorello. Lo chef delle star, che da tredici anni incanta attori e registi con la sua cucina gourmet alla Mostra del cinema di Venezia, aprirà l’8 giugno il suo nuovo ristorante a Villa Soligo, la dimora ottocentesca dei Brandolini d’Adda, immersa nelle colline patrimonio dell’umanità Unesco.

“Torneranno” perché proprio in quella villa, tra il 1983 ed il 1994, il guru delle diete Alain Messeguè, scomparso un anno fa, gestì un centro benessere frequentato da personaggi del calibro di Luciano Pavarotti, Marcello Mastroianni, Alberto Sordi, Maurizio Costanzo e tutta la “crème de la crème” del mondo dello spettacolo in voga in quel periodo.

E

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Conegliano, code chilometriche alla Zoppas arena per i tamponi. Un caos

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi