Trenta foto in bianco e nero da metà Ottocento al dopoguerra esposte sulle mura di Treviso

TREVISO. Una mostra diffusa con dieci postazioni allestite nella giornata di domenica lungo l’antica cinta muraria della città. “Le mura di Treviso in bianco e nero. La fotografia come documento storico” è il titolo della nuova iniziativa ideata da Treviso Sotterranea, in collaborazione con il FAST– Foto Archivio Storico Trevigiano e la Società Iconografica Trevigiana; patrocino di Provincia e Comune.

Si tratta di un’opportunità unica per conoscere meglio il monumento cittadino che da 500 anni caratterizza l’impianto urbano e la percezione territoriale, oltre a fornire uno spazio molto amato dalla gente che passeggia, fa jogging e riposa sedendo sulle panchine.

L’associazione Treviso Sotterranea lavora per lo studio, la tutela e la valorizzazione delle mura dal 2014 cercando sempre nuove attività per sensibilizzare la cittadinanza. La mostra fotografica – spiegano i promotori – ha l’obiettivo di suscitare nei visitatori curiosità e riflessioni sul ruolo delle mura nel tempo, oltre che mettere in evidenza le modifiche subite dal paesaggio urbano nel corso di un secolo, valorizzando l’intera cerchia muraria, comprese le aree dove non è più visibile o solo parzialmente conservata.

E lo si farà utilizzando trenta preziosi reperti fotografici, che testimoniano il paesaggio da metà ’800 al dopoguerra. Inaugurazione ore 9. 30 a Porta San Tomaso. La mostra sarà visitabile tutto il giorno con postazioni anche a Ponte Garibaldi, Torrione Santa Sofia, Varco Piave, Piazzale Burchiellati, Ponte de’ Pria, Torrione San Marco, Porta Santi Quaranta, Via Roma, Bastione Altinia negli orari 10. 30-12. 30 e 15. 30-18. 30

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Bengala Fire, l'appello al voto di Cornuda: "Facciamoli splendere fino alla vittoria"

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi