In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
Tech Test

Tablet Lenovo Tab M10 Plus 3, la prova: come va, pregi e difetti

Tablet Lenovo Tab M10 Plus 3, la prova: come va, pregi e difetti
Il dispositivo arriva ora sul mercato italiano e l'abbiamo provato a lungo: costa poco e ha uno schermo 2K davvero ottimo, ma la versione WiFi ha un processore poco performante
2 minuti di lettura

C’è ancora vita nell’universo dei tablet? Meglio: c’è ancora vita nell’universo dei tablet oltre l’iPad? In attesa che Google fornisca una risposta ufficiale a questa domanda, c’è chi il suo parere l’ha già dato con chiarezza, come (per esempio) TCL e soprattutto come Lenovo, che da poco ha portato anche sul mercato italiano la terza generazione del suo Tab M10 Plus. Costa 229 euro nella versione WiFi con 4 GB di RAM e 64 di memoria interna (oggetto di questa prova) ed è un tablet nel senso più classico del termine, iniziando dallo schermo da 10.6”.

Gli ultimi tablet provati su Italian Tech

Le caratteristiche tecniche del Lenovo Tab M10 Plus

Proprio lo schermo è decisamente fra i punti di forza del dispositivo: è un LCD IPS che arriva ben a 2K di risoluzione, sufficientemente luminoso (sino a 400 nit), con cornici ridotte al minimo e 4 speaker con certificazione Dolby Atmos. Insomma: ci è sembrato perfetto per guardare video su YouTube o film e serie tv in streaming su Amazon Prime, Disney Plus o Netflix, che è come l’abbiamo usato per la maggior parte del tempo. Ed è come probabilmente lo useranno le persone che lo compreranno.

Così o come strumento per lavorare o studiare, soprattutto grazie al fatto che lo schermo è certificato dal TÜV per la ridotta emissione di luce blu e che l'app Instant Memo, insieme con la penna e la cover con base inclinabile (entrambe acquistabili a parte), lo rendono utile non solo per il tempo libero.

In tutti i casi, aiutano il peso contenuto (460 grammi, rilevati in fase di test) e la batteria da 7700 mAh: probabilmente non dura le “12 ore di riproduzione video” promesse dall’azienda, ma poco ci manca e ci è parsa praticamente infinita, anche con giorni e giorni di stand-by. Di contro, la velocità di ricarica offerta dal piccolo alimentatore da 10W è davvero, davvero bassa.

Allo stesso modo (e qui veniamo alle note dolenti) è basso il livello delle performance offerte dal processore MediaTek G80 riservato alla versione WiFi: abbiamo trovato il tablet poco reattivo in fase di avvio o riavvio, nello sblocco, pure nello scorrimento fra una pagina e l’altra o nel passaggio da un’app all’altra.

È da comprare oppure no?

Siamo sicuri che lo Snapdragon 680, che si può avere solo acquistando il Tab M10 Plus in variante LTE, sia in grado di garantire prestazioni migliori, anche perché è abbinato a 128 GB di memoria interna, che sicuramente danno a tutto il sistema maggiore elasticità. Costa 289 euro, ma secondo noi è la versione da preferire se si vuole fare qualcosa di più con questo tablet, anche dal punto di vista della produttività.

Altrimenti, se l’uso che se ne farà sarà prevalentemente domestico, appunto per la visione di contenuti in giro per casa, o magari come primo tablet per un figlio, la versione WiFi può andare bene: costa circa 80 euro più di un Amazon Fire paragonabile, ma è anche decisamente meglio, non fosse altro che per l’accesso al Play Store per le app. Sempre che non si voglia passare dall’altro lato (quello di Apple) e scegliere un iPad. Per cui è però necessario mettere in conto di spendere almeno 389 euro.

Che cosa ci è piaciuto

  • Ottimo schermo

  • La batteria pare infinita

Che cosa non ci è piaciuto

  • Processore poco performante

  • Troppi impuntamenti, anche con carichi di lavoro non eccessivi