Telefonia

Regno Unito, le cabine telefoniche rosse non scompariranno

Regno Unito, le cabine telefoniche rosse non scompariranno
Ormai pressoché inutilizzate per le normali telefonate, potranno però ancora essere utili alle persone in difficoltà e per chiamate a numeri di emergenza
1 minuti di lettura

Le cabine telefoniche, come le specie protette, vengono salvate dall'estinzione in Gran Bretagna grazie all'intervento di Ofcom, autorità di regolazione delle telecomunicazioni del paese. Per impedirne la rimozione da parte di British Telecom sono entrate in vigore nuove norme a partire dall'8 giugno 2022. Secondo Ofcom, le cabine telefoniche pubbliche sono ancora utili in zone rurali dove la copertura della rete mobile è inadeguata. Ma ci sono anche altre motivi per i quali vale la pena di preservarne l’esistenza.

Le cabine rosse, oggetto di culto nel Regno Unito, saranno infatti pienamente salvaguardate allo stesso modo nelle aree in cui si registra un alto tasso di incidenti e di suicidi. Oppure quando si riscontra un loro uso sistematico. Cioè, se dalle singola cabina si verifichino telefonate frequenti (almeno 52 chiamate negli ultimi dodici mesi, in base al criterio stabilito da Ofcom).

Perché eliminare un mezzo tecnologico che, a torto, viene considerato troppo prematuramente obsoleto, quando è ancora in grado di svolgere una funzione per molti cittadini e molte comunità locali? È vero che le telefonate dalle cabine pubbliche sono diminuite drasticamente nel corso del tempo, passando da 800 milioni di minuti nel 2002 a 4 milioni nel periodo 2021-22. Tuttavia, i responsabili di Ofcom fanno notare che da quelle stesse postazioni sono partite migliaia di chiamate ai servizi di emergenza. Per esempio, verso numeri come quelli di Childline e Samaritans (25mila e 20mila telefonate effettuate solo nel 2020) che forniscono assistenza ai giovani in caso di abusi, bullismo e sofferenza psichica, o sostegno emotivo a chi vive una situazione di crisi, depressione ed è a rischio di suicidio.

Anche se siamo nell'epoca di smartphone e della comunicazione mobile, le cabine rosse della telefonia fissa rappresentano, dunque, ancora un punto di riferimento per le persone in difficoltà. E, come sottolinea Selina Chadha, manager di Ofcom, possono essere "un'àncora di salvezza quando non ci sono altre opzioni disponibili".

Certo è che non sarà possibile evitare lo smantellamento di tutte le cabine rosse. Ma almeno 1.400 saranno sottratte al piano di demolizione indiscriminato messo in opera da British Telecom. Molto meno però delle 5mila che inizialmente si prevedeva di riuscire a tenere in vita.

In questi anni in soccorso delle cabine pubbliche sono intervenuti cittadini e istituzioni locali. La stessa British Telecom ha lanciato l'iniziativa "Adopt a Kiosk" che ha riscosso un grande successo: più di 6mila cabine rosse, in disuso, sono state adottate, sottratte alla distruzione, e trasformate in modo creativo in librerie, punti di accesso pubblici a defibrillatori. O, addirittura, acquistate alla cifra simbolica di una sterlina, sono diventate, nella città di Cheltenham, piccole gallerie d'arte, in cui si espongono le opere di artisti locali.