In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Irlanda amara per il Benetton Rugby, il Connacht vince 38-19

Continua il tabù trasferta per i biancoverdi: non bastano le mete di Watson, Zanon e Menoncello, a Galway la squadra di casa centra anche il bonus

2 minuti di lettura

Non riesce il colpaccio al Benetton, che a Galway con il Connacht combatte ma incassa la sconfitta subendo sei mete. Buono l’esordio dal 1’ per Umaga, in meta Watson, Zanon e nel finale Menoncello. Infortunato Rhyno Smith, rosso per Scrafton.

Prime fasi di gioco intense e Connacht passa subito avanti. Carty imbecca la corsa di Murray che buca la difesa ospite e schiaccia in meta. Carty trasforma. I Leoni provano a ribattere, ma per alcuni errori di precisione non riescono a sfondare i 22 metri degli irlandesi. Finché arriva la prima meta del Benetton Rugby. Da una ruck l’ovale sfugge al possesso di Connacht, Scrafton è bravo a servire rapidamente Marcus Watson che vola libero sulla fascia sinistra e va a far meta. Umaga trasforma e a metà primo tempo si torna in parità.

Poi Mendy deve prendere il posto di Smith, fuori per un problema fisico. Connacht prende vigore dalla sua mischia e ottiene una buona touche nei 22 metri dei trevigiani. E dalla rimessa laterale Aki regala un gran ovale a Boyle che fa meta. Carty converte. La difesa di Duvenage e soci tiene duro e non cede. Intanto Alongi per un infortunio alla spalla deve uscire.

Dopo la difesa dei Leoni commette un’irregolarità nel posizionamento in rimessa laterale, Carty si prende il piazzato e offre altri tre punti a Connacht. Il primo tempo si conclude così sul 17-7 per gli irlandesi.

Inizia il secondo tempo e Gallo subentra a Nemer. Connacht vuole subito siglare la terza meta e Bealham schiaccia l’ovale in mezzo ai pali. Carty trasforma e il vantaggio dei padroni di casa si dilata sul 24-7. I Leoni devono reagire e risalgono campo con una bella azione in velocità condotta da Padovani e Umaga. Gallo per poco non riesce a schiacciare l’ovale a terra, perché l’ovale è tenuto in alto da Boyle.

Il momento è comunque favorevole ai biancoverdi, Duvenage apre a Marco Zanon che marca a terra e Umaga aggiunge altri due punti per il Benetton Rugby. Manca un quarto di gara e Garbisi entra per capitan Duvenage. Poi Scrafton viene espulso dal direttore di gara per un placcaggio alto e pericoloso. Connacht con l’uomo in più ne approfitta e Blade sguscia via per la quarta marcatura pesante degli irlandesi. Carty non sbaglia e Connacht allunga in maniera definitiva sul 31-14.

Entrano Riera, Lazzaroni e Izekor per Zanon, Cannone e Pettinelli negli ultimi finali. C’è anche il debutto di Frangini in biancoverde, al posto di Nicotera. I Leoni lottano fino alla fine e Tommaso Menoncello si beve tutta la difesa di casa per la terza meta dei biancoverdi. Umaga stavolta coglie il palo. Nel finale meta da drive di Connacht firmata da Tierney-Martin e Carty fissa il punteggio finale sul 38-19 per la franchigia di Galway.

I commenti dei lettori