In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Rugby, impresa Benetton: uno in meno dal 10’ ma Edinburgh viene sconfitta

United Rugby Championship, vittoria di cuore di Treviso che supera 24-17 gli scozzesi grazie alle magie di Watson, Negri, Cannone e Rhyno Smith

Aggiornato alle 3 minuti di lettura

Dewaldt Duvenage, man of the match

 

In inferiorità numerica per 70’ – sciagurato Minozzi, peggior esordio non si poteva – contro degli scozzesi inferociti, con l’arbitro a sventolare altri cartellini e infortuni in serie. Eppure. “The red card give us the reason to fight”, ha detto coach Bortolami a fine match. “Il cartellino rosso ci ha dato la ragione per combattere”. Coltello tra i denti, il Benetton ha vinto una partita epica, battendo Edinburgh 24-17 di fronte a un Monigo in estasi. 

Pronti via e Edimburgo approfitta di un paio di errori in difesa dei Leoni. Punizione per gli ospiti e Savala realizza i primi tre punti del pomeriggio a Monigo. La partenza dei biancoverdi si infiamma con un tenuto fondamentale vinto da Zuliani. Poi al 10′ il direttore di gara, il gallese Evans, espelle Minozzi per gioco aereo pericoloso. l’estremo padovano allarga i tacchetti sul volto di un avversario, il Benetton deve giocare quasi tutta la partita in 14 contro 15.

Ma i Leoni non si perdono d’animo e iniziano ad avanzare, fase dopo fase. Metri dopo metri i biancoverdi si appostano nei cinque metri degli scozzesi. Fallo di Edimburgo e i padroni di casa si giocano la mischia. L’ovale esce e Albornoz gira alla grande sulla destra per Marcus Watson che schiaccia in meta. Albornoz non trasforma da posizione molto angolata. Il Benetton Rugby, spinto dal pubblico di casa, sente che l’inerzia è verso i trevigiani e poggiano il piede sull’acceleratore. Edimburgo non riesce ad uscire dai suoi 22 metri. Gli scozzesi commettono diversi falli tattici e viene punito col giallo Goosen. Si è in 14 contro 14 e i Leoni raddoppiano le marcature pesanti. Altra mischia sui cinque metri, assist illuminante di Duvenage che trova Sebastian Negri, abile a depositare l’ovale in meta. Albornoz è sfortunato e non centra i pali. Il primo tempo di gioco si chiude quindi sul 10-3 per i biancoverdi. Comincia la ripresa e Pasquali subentra a Ferrari.

Edimburgo è più concentrata e rimette le cose in parità: bell’offload di Savala per la corsa di Immelman che compie la prima meta degli ospiti. Savala trasforma e si è sul 10-10. Ritorna in campo Goosen e si rientra con l’uomo in più per gli scozzesi. Il Benetton Rugby non disunisce e grazie ad un’ottima mischia va in touche nei cinque metri. Dalla maul l’ovale spunta a Lorenzo Cannone che schiaccia in meta. Albornoz converte e aggiunge due punti. Coach Bortolami cambia tutta la prima linea inserendo Nemer e Nicotera per Tetaz e Lucchesi, inoltre Scrafton prende il posto di Niccolò Cannone.

Entra anche Umaga, all’esordio in maglia trevigiana, per Albornoz. L’arbitro Evans ammonisce Ruzza per fuorigioco a pochi passi dalla linea di meta biancoverde. Edimburgo gioca quindi con due uomini in più. Altri cambi: dentro Menoncello per Zanon e Ferrari deve tornare in campo perché Pasquali è vittima di un problema fisico. Edimburgo sfrutta la doppia superiorità numerica e un’azione convulsa con diversi giocatori del Benetton Rugby fermi a terra: Immelman sulla destra fa doppietta. Savala centra i pali e si torna in parità. Negri e Zuliani devono uscire e al loro posto sono inseriti Niccolò Cannone e Pettinelli. Rientra Ruzza e ora si è in 14 contro 15. Monigo si scalda, il Benetton Rugby rulla metri e territorio.

Edimburgo non tiene e Duvenage si inventa, con un lob volante, l’ovale per Rhyno Smith che al volo schiaccia l’ovale per la quarta meta del Benetton per il bonus offensivo. Umaga trasforma per i primi punti della sua avventura ai Leoni. Nei minuti finali Evans ammonisce Smith per scorrettezza in ruck. I biancoverdi sono stoici e pugnaci e in 13 contro 15 ribattono ogni attacco di Edimburgo. Il Benetton Rugby con una grande prova di forza vince 24-17 e si impossessa di cinque punti fondamentali.

Marcature: 1′ p. Savala, 18′ meta Watson, 36′ meta Negri; 42′ meta Immelman tr. Savala, 48′ meta Lorenzo Cannone tr. Albornoz, 60′ meta Immelman tr. Savala, 67′ meta Smith tr. Umaga.

Note: Cartellino rosso al 10′ per Minozzi (BEN), cartellino giallo al 33′ per Goosen (EDI), cartellino giallo al 52′ per Ruzza (BEN), cartellino giallo al 77′ per Smith (BEN). Trasformazioni: Benetton Rugby 2/4 (Albornoz 1/3, Umaga 1/1); Edimburgo 2/2 (Savala 2/2). Punizioni: Edimburgo 1/1 (Savala 1/1). Man of the match: Dewaldt Duvenage (BEN).

Benetton Rugby: 15 Rhyno Smith, 14 Marcus Watson 13 Ignacio Brex, 12 Marco Zanon (58′ Tommaso Menoncello), 11 Matteo Minozzi, 10 Tomas Albornoz (52′ Jacob Umaga), 9 Dewaldt Duvenage (C) (78′ Alessandro Garbisi), 8 Lorenzo Cannone, 7 Manuel Zuliani (61′ Giovanni Pettinelli), 6 Sebastian Negri (62′ Niccolò Cannone), 5 Federico Ruzza, 4 Niccolò Cannone (50′ Scott Scrafton, 62′ Gianmarco Lucchesi, 71′ Scott Scrafton), 3 Simone Ferrari (40′ Tiziano Pasquali, 58′ Simone Ferrari, 71′ Nahuel Tetaz), 2 Gianmarco Lucchesi (50′ Giacomo Nicotera), 1 Nahuel Tetaz (50′ Ivan Nemer). Head Coach: Marco Bortolami.

Edinburgh Rugby: 15 Henry Immelman, 14 Damien Hoyland, 13 Matt Currie (65′ Chris Dean), 12 James Lang, 11 Wes Goosen (9′ Chris Dean, 19′ Wes Goosen), 10 Charlie Savala, 9 Henry Pyrgos (55′ Ben Vellacott), 8 Ben Muncaster (58′ Connor Boyle), 7 Luke Crosbie (c), 6 Nick Haining, 5 Jamie Hodgson (69′ Glen Young), 4 Marshall Syked, 3 Angus Williams (55′ Lee-Roy Atalifo), 2 Stuart McInally (68′ Patrick Harrison), 1 Boan Venter (77′ Jamie Jack). A disposizione: 22 Jaco Van der Walt. Head Coach: Mike Blair.

I commenti dei lettori