In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

La Prosecco Doc Imoco sempre più in testa: Casalmaggiore si arrende 3-1

Conegliano soffre solo nel secondo parziale, poi Wolosz e compagne mettono il turbo, ultimo set da urlo

Mirco Cavallin
Aggiornato alle 2 minuti di lettura

Con tante luci e poche ombre le pantere della Prosecco Doc Imoco fanno altri passi avanti in classifica e anche nel gioco. Pur con i difetti di una squadra ancora in costruzione, le gialloblù dimostrano ancora una volta la propria capacità di reagire alle situazioni di difficoltà, in parte create da un’avversaria poco arrendevole, in parte dovute a proprie mancanze.

Man mano gli spigoli si vanno limando e il livello sta arrivando a quello necessario per gli appuntamenti veramente importanti. Santarelli fa qualche aggiustamento rispetto alla vittoria di Novara e schiera Wolosz, Haak, Gray, Gennari, De Kruijf, Squarcini e De Gennaro. Pistola risponde con Carlini, Malual, Perinelli, Frantti, Lohuis, Melandri e De Bortoli. La partenza è fulminante per le pantere, con De Kruijf subito in palla una fast e un servizio vincente e Casalmaggiore fallosa e imprecisa (5-2). Si blocca per un paio di minuti il referto elettronico, non così il gioco di Conegliano che mantiene ritmi elevati, a cominciare dal tocco a muro.

Wolosz si fa sentire anche a muro (13-7), De Kruijf resta immarcabile, Haak va a segno da tutte le posizioni, De Gennaro trasforma in gioco palloni destinati alla spazzatura. Le ospiti non hanno la forza di reagire e Conegliano chiude sul velluto. Non è però tutto oro e i luccichii del primo set scompaiono nell’ombra di una ricezione via via meno efficace. In una ventina di scambi Conegliano subisce quattro ace e la principale indiziata è Gray, sostituita da Cook. Casalmaggiore ci mette più grinta e coraggio con Frantti, Lohuis e Malual che firmano il sorpasso da 10-8 a 10-12.

Le percentuali delle pantere calano vistosamente e il cambio della diagonale con Carraro e Plummer in campo dura appena due scambi, ma nel frattempo si è arrivati a 14-20. La reazione di Conegliano arriva, ma troppo tardi. Il copione resta lo stesso anche in avvio del terzo set. La ricezione gialloblù zoppica, ma viene compensata dalle alte percentuali in attacco di Gennari e Haak. Tra le rosa Frantti e Malual crescono e tengono il punteggio in equilibrio (9-8).

La spallata arriva, ancora una volta sulla P1, con Wolosz al servizio e un ottimo lavoro del muro che innesca le chiusure di Haak e Squarcini (14-9). Casalmaggiore attutisce il colpo con Frantti e Melandri, senza trovare però i break necessari. Conegliano ritrova la grinta e la fiducia perdute, con un bel crescendo in cui spiccano Squarcini e Cook. E’ coi muri di Squarcini e De Kruijf e coi servizi vincenti di Haak, Lubian e Wolosz che Conegliano demolisce definitivamente le certezze di Casalmaggiore.

Le lombarde mollano prima di tutto con la testa e per le pantere si aprono praterie che permettono di consolidare il primo posto in classifica e mantenendo l’imbattibilità. A zero sconfitte c’è anche Milano, che arriverà al Palaverde domenica prossima. Sarà il primo momento verità della stagione, per capire quale sia il vero volto di questa squadra.

I commenti dei lettori