In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Prosecco Doc Imoco in ritmo, vittoria quasi perfetta in casa di Vallefoglia

Conegliano regola per 3-0 le marchigiane, Plummer top scorer con 14 punti. Ora tocca a Chieri

Alice Chiarot
2 minuti di lettura
andrea ceccarini 

Tremate tremate, le Pantere son tornate. Le difficoltà raccolte sul campo di Busto Arsizio sono state lasciate solo parzialmente alle spalle con una squadra che si è dimostra solida a muro e in larga parte anche in battuta vincendo a Urbino contro Vallefoglia.

Per la terza giornata di campionato Santarelli ha scelto di affidarsi al sestetto composto da Wolosz, Haak, Plummer, Cook, Squarcini, Lubian e De Gennaro. Dall’altra parte del campo invece coach Mafrici ha schierato l’esordiente Hancock, Piani, Kosheleva, D’Odorico, Mancini in coppia con Aleksic, Sirresi libero. Un inizio fin dal principio molto deciso per le Pantere che grazie ad un primo tempo di Squarcini dopo poche azioni hanno messo la testa avanti (1-2). Grazie ad un buon turno dalla linea dei nove metri di Haak, la Prosecco Doc ha poi allargato il proprio vantaggio sulle avversarie (3-8). Vallefoglia, nel tentativo di recuperare, ha provato a forzare al servizio ma nulla è valso contro il buon gioco delle gialloblù, molto attente anche nelle rigiocate (6-11).

Due punti consecutivi di Plummer e una pipe di Cook hanno portato le Pantere sul 7-14. Sul 9-17 Vittoria Piani è stata costretta ad uscire dal campo per un dolore alla caviglia destra, giunto mentre ricadeva dopo un attacco. Un doppio ace di Squarcini ha poi allargato il vantaggio gialloblù di dieci punti (10-20). Le marchigiane, trascinate da un’incisiva D’Odorico hanno cercato nuovamente di rimanere nel set. Ci sono voluti tre azioni per la Prosecco Doc per andare a chiudere il set (13-25).

Nel secondo parziale le Pantere hanno proseguito quanto di buono fatto vedere nel primo set. Partenza decisamente a tutta velocità con tre punti consecutivi di Cook (0-3) che hanno aperto il divario che poi si è mantenuto stabile fino alla fine del parziale. A smuovere le acque per Vallefoglia ci ha provato in attacco Kosheleva ma le gialloblù, grazie all’ottima intesa fra Wolosz e Lubian, si sono mantenute avanti nel punteggio (3-7).

Il vantaggio è andato poi ad aumentare con gli attacchi di tutte le giocatrici gialloblù che Wolosz ha saputo sfruttare al meglio (5-13). Tre punti consecutivi della marchigiane (11-15) hanno costretto Santarelli a chiamare il primo timeout del match. Sul 14-20 si è visto anche un errore molto raro da parte di Wolosz che ha perso l’appoggio della mani durante l’alzata commettendo fallo. In seguito Vallefoglia si è fatta pericolosamente vicina con il turno in battuta di Hancock, ma un primo tempo di Lubian ha poi chiuso ogni pratica.

Il terzo set si è aperto all’insegna degli errori per entrambe le formazioni. L’attacco terminato fuori di Lubian ha regalato alle avversarie il massimo vantaggio (5-3) che, confortate da ciò, hanno poi continuato a giocare ad alti ritmi facendosi sempre più lontane nel parziale de set (8-4). I tanti errori della gialloblù e una ricezione più precisa delle marchigiane hanno complicato il match, con molte giocate delle attaccanti gialloblù murate da Vallefoglia (16-10). La Prosecco Doc si è poi riavvicinata grazie a quattro punti consecutivi (16-14), chiudendo lo svantaggio con Squarcini, Plummer e Haak (18-18). Recuperata la retta via, le Pantere non senza difficoltà sono rimaste sempre vicine a Vallefoglia, molto cresciuta nel corso del set, che si sono viste annullare due set point da parte di Plummer, giocatrice che poi ha chiuso il match (25-27).

Ora ad attendere la Prosecco Doc ci sarà il prossimo appuntamento fissato per mercoledì 2 alle 20.30 in casa contro Chieri. Le pantere poi torneranno in trasferta per i due match successivi, quello di sabato 5 alle 21 contro Cuneo e mercoledì 9 alle 20.30 contro Novara.

I commenti dei lettori