Rugby, gli scozzesi domano i Leoni: Edinburgh-Benetton finisce 24-10

Non basta un buon primo tempo ai biancoverdi, il giallo a Duvenage costa caro. Inutile la meta di Wegner

EDIMBURGO. Edimburgo-Benetton Rugby vale per il settimo turno dello United Rugby Championship. Gli uomini dell’head coach Marco Bortolami si sono spostati nella capitale scozzese per affrontare Edimburgo, formazione inserita nello stesso pool dei biancoverdi. Al The Dam Health Stadium, nel primo tempo la partita viaggia a correnti alternate e dopo la prima metà, diversi errori di disciplina da ambo le parti la fanno da padrone. Nei primi 20 minuti da segnalare il piazzato di Marin per gli ospiti e le due mete di Graham e Boffelli per Edimburgo, che sfrutta la superiorità numerica per l’ammonizione a Duvenage e allo spogliatoio si va sul punteggio di 10-3 per gli scozzesi. Nella ripresa i Leoni cercano di riaprire la gara con la meta di Zuliani, ma Edimburgo approfitta degli sbagli dei biancoverdi e vince 24-10.

 Pronti, via e i Leoni conquistano metri con buone manovre ovale in mano e muovendo il pallone velocemente. Edimburgo in breakdown commette un’infrazione e il Benetton Rugby vuole la punizione. Dalla piazzola Leonardo Marin centra i pali. Al 12′ il direttore di gara Jones ammonisce Duvenage per un in avanti volontario nei 22 biancoverdi. Gli scozzesi approfittano subito della superiorità numerica e Graham sulla destra segna la prima meta della serata. Kinghorn non converte e si riprende dal 5-3 per Edimburgo dopo un quarto d’ora. Gli scozzesi utilizzano poi al massimo la superiorità e vanno a marcare con Boffelli. Kinghorn non trasforma. Rientra Duvenage e dopo Tavuyara, alla cinquantesima presenza in biancoverde, deve uscire e lasciare spazio a Padovani. In parità numerica Bortolami è costretto a sostituire pure Zani per un problema fisico e al suo posto c’è Gallo.

I biancoverdi avrebbero una grossa possibilità, ma per pochi centimetri Lamaro non riesce a segnare la meta, per un leggero in avanti nel momento di schiacciare l’ovale, dopo aver assistito un grande corridoio pescato da Menoncello. Il gioco non scorre così fluido, ci sono diversi falli sia da una parte che dall’altra. Il primo tempo si chiude quindi con la squadra di casa sopra 10-3. Entra Wegner per Cannone e inizia la ripresa. Edimburgo al 45′ segna la terza marcatura di serata con Kinghorn che furbamente schiaccia sfruttando un errore difensivo dei trevigiani. E’ quindi il turno di Lucchesi, Nemer e Zuliani per Faiva, Pasquali e Pettinelli.

I Leoni sono sotto di due break, ma vogliono riaprire la contesa. Piazzano le tende nei 22 metri degli scozzesi e dopo diversi multifase è Manuel Zuliani a realizzare la prima meta dei trevigiani, la sua prima in biancoverde. Marin trasforma e quando mancano 20 minuti Edimburgo è sopra 17-10. Ma gli scozzesi ritornano sopra di due break con la meta di McInally dal drive, con Kinghorn che è preciso dalla piazzola. A dieci dal termine subentrano in maglia biancoverde pure Garbisi e Riera per Duvenage e Marin. I Leoni cercano un’altra meta, però sbattono contro la difesa di casa e alla fine vince Edimburgo per 24-10.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Taranto, spara contro l'auto della polizia e ferisce due agenti: la raffica di colpi ripresa dalla telecamera

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi