Treviso Basket, batosta a Milano: l’Armani vince 85-55

La Nutribullet, senza Chillo e Sokolowski, non riesce ad arginare la corazzata. Si salva Sims 

MILANO. Trentello servito, ma quasi indolore. Era una sconfitta annunciata, quella della Nutribullet al Forum di Assago, ed alla fine nemmeno l’ampio scarto conclusivo fa notizia o disturba granché. Senza una pedina fondamentale come Michal Sokolowski ed un utile cambio dei lunghi come Matteo Chillo non era solo utopico pensare che TvB potesse davvero sperare di emergere vincitrice dal confronto con la Milano cannibale di questo inizio di stagione: era difficilmente ipotizzabile anche solo immaginare che la squadra di Menetti potesse ambire a restare in partita evitando un passivo pesante.

È un ko atteso dunque ed anche senza conseguenze, specie osservando il calendario che propone una sosta benedetta, utile per consentire al bolognese di smaltire il Covid e per confezionare tutore e maschera protettiva per il polacco che dovrà a malincuore rinunciare alla sua Nazionale. Rispetto alle precedenti uscite sul medesimo parquet (o, restando nel capoluogo, all’Allianz Cloud), la voglia di lottare è pari a quella palesata dai ragazzini biancocelesti nell’inutile Supercoppa settembrina ma i risultati sono identici: Treviso gioca sì, ma sbagliando troppo e regalandosi solamente sei minuti di autentica solidità. Peccato che arrivino nella ripresa, dopo aver toccato il -21 (gioco da tre punti convertito da Shields per il 46-25 in apertura di terzo quarto) ed aver capito che la missione impossibile non sarebbe riuscita nemmeno se sotto la scorza di Weezy Russell ci fosse stato l’Ethan Hunt di Tom Cruise.

Quel che può far almeno un po’ sorridere coach Menetti è appunto la reazione caratteriale dei suoi, quel break di 15-5 pilotato dal solito Russell e dal redivivo Sims (doppia-doppia da 16+11 dopo i disastri di Coppa in Ungheria) che pare riaprire i discorsi sul 51-40, obbligando un inferocito Ettore Messina a chiamare la sospensione per rampognare duramente i suoi. La partita, se mai ce n’è stata una, finisce in quel momento. Al rientro in campo Milano piazza un 29-2 che stordirebbe persino il pugile più bravo ad incassare. Risultato in ghiaccio per i meneghini che semmai si devono preoccupare per la botta rimediata da Biligha, uscito in barella dopo un colpo fortuito al volto ricevuto dal compagno Tarczewski nel garbage time dell’ultimo quarto in cui si rivede anche l’ex Alviti.

La Nutribullet rientra a casa con un trentello pesante nelle proporzioni ma con qualche appunto positivo nel bloc notes. Innanzitutto, il recupero mentale e tecnico di Sims, probabilmente il migliore in campo per TvB; poi la voglia di lottare su ogni pallone di Russell – e chissà che Milano non abbia annotato il suo nome per la lista della spesa 2022-23. Segue la consueta solidità in retroguardia di Jones, che se solo lavorasse sul gioco frontale potrebbe essere una bella sorpresa, ed il solito fosforo di Dimsa. Non è abbastanza per competere al Forum, ancor meno con le note assenze, ma ci si può accontentare per stavolta. Ora giunge la pausa, senza Akele che andrà in Nazionale, ma con la possibilità di ricaricare le pile in vista di un dicembre da vivere in apnea su ambo i fronti di competizione.

AX ARMANI MILANO - NUTRIBULLET TREVISO 85-55

AX ARMANI: Daniels 8 (2/4 da 3), Hall 9 (2/5, 1/4), Shields 15 (4/7, 2/5), Ricci 13 (3/3, 1/3), Tarczewski 6 (3/6); Melli 8 (1/3, 2/3), Grant 6 (3/3, 0/2), Leoni, Biligha 0 (0/1), Alviti 7 (2/2, 1/4), Hines 2 (1/3), Datome 11 (2/2, 1/3). All.: Messina.

NUTRIBULLET: Russell 12 (3/8, 0/2), Bortolani 6 (0/3, 2/6), Dimsa 6 (0/5, 2/5), Akele 2 (1/2, 0/3), Sims 16 (2/5, 2/2); Imbrò 3 (0/2, 1/4), Casarin 1 (0/2, 0/2), Jones 7 (2/2, 1/4). Ne: Pellizzari, Vettori. All.: Menetti.

ARBITRI: Paternicò, Quarta, Marziali.

NOTE: pq 24-12, sq 43-25, tq 64-42. T.l.: MI 13/13, TV 13/15. Da 2 MI 21/35, TV 8/29. Da 3: MI 10/28, TV 8/28. Rimbalzi: MI 7+32 (Ricci 3+5), TV 10+23 (Sims 2+9). Assist: MI 18 (Grant 5), TV 9 (Russell 3). Perse: MI 11, TV 16. Recuperi: MI 9, TV 4. Fallo antisportivo a Melli al 12'06" (27-12) e a Jones al 28'14" (60-42). Infortunio a Biligha al 35'00".

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Portuale di Trieste manifestava contro il Green Pass, ora è intubato: "Ho i polmoni distrutti"

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi