In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
ciclismo & solidarietÀ

Donati quasi 30.000 euro per finanziare la ricerca della Onlus di Sammy Basso

1 minuto di lettura

San Pietro di Feletto

Dal Muro di Ca’ del Poggio al Mûr-de-Bretagne: la “Grande Impresa” si è conclusa. Cinque ciclisti trevigiani della “Squadra Fortissimi” - Piero Chiesurin, Filippo De Luca, Luca Dell’Armellina, Giandomenico Santarossa e Romeo Bissoli, con il supporto di Bruno Mariotto e Francesco Bet - hanno completato il lungo viaggio dall’Italia alla Francia iniziato una settimana prima.

Lunedì sera, ad un mese esatto dal termine della “Grande impresa”, in occasione di una serata di gala a Ca’ del Poggio, la squadra Fortissimi ha consegnato all’Associazione Italiana Progeria Sammy Basso onlus, A.I.Pro.Sa.B., il ricavato di tanta fatica: un assegno di oltre 29 mila euro (29.380,02 euro, per la precisione) che andrà a finanziare la ricerca sulla progeria, la rara sindrome dell’invecchiamento precoce di cui soffre il 25enne.

«Ringrazio tutti coloro che si sono adoperati per la riuscita di quella che, giustamente, è stata chiamata la ‘Grande Impresa’: la Squadra Fortissimi, che ha speso fatica e sudore per completare le sette tappe dall’Italia alla Francia, ma anche gli organizzatori, gli sponsor e chi, attraverso donazioni spontanee, ha voluto partecipare a questa splendida avventura acquistando una parte dei 1700 chilometri del viaggio dal Muro di Ca’ del Poggio al Mûr-de-Bretagne. Davvero un’impresa». —

I commenti dei lettori