In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

L'Imoco Volley conquista la finale di Champions League

Le pantere di Conegliano eliminano Novara dalla semIfinale (3-0) e staccano il pass per la Super Finale del primo maggio a Verona

Massimo Guerretta
2 minuti di lettura

VILLORBA. Bastavano due set all'Imoco Conegliano per qualificarsi alla Super Final di Champions League, in programma a Verona il primo maggio, e sono arrivati alle 21.20 del 23 marzo. L'Igor Gorgonzola Novara non riesce quindi a ribaltare il 3-0 dell'andata e abbandona la competizione, mentre le pantere gialloblù aspettano una tra Unet E-Work Busto Arsizio e Vakifbank Istanbul per giocarsi il titolo di regina d'Europa, che a Conegliano è sfuggito due anni fa a Berlino. Al Palaverde è finita 3-0 in poco più di un'ora. 

Di fatto era la rivincita di quell'ultimo atto finale contro Novara, che vinse 3-1 in Germania proprio grazie a Paola Egonu, diventata pantera praticamente dal giorno dopo. Così dopo la prova stellare dell'andata la squadra allenata da Daniele Santarelli - che pure ha tenuto in panchina Miriam Sylla, rilanciando dall'inizio l'americana McKenzie Adams - ha voluto spingere subito forte per chiudere i conti il più in fretta possibile. Primo set terrificante, l'Imoco accelera subito e si capisce immediatamente che per Novara sarà una serata deludente. Egonu è quasi perfetta (71% nel parziale), Smarzek invece soffre (14), al resto ci pensa il muro-difesa di Conegliano, mentre nemmeno le centrali novaresi riescono a passare: finisce 25-15, e le gialloblù vedono in traguardo sempre più vicino. 

Nel secondo parziale Novara parte decisamente più pimpante, puntando su Chirichella e Washington, ma anche Wolosz non esita a giocare con De Kruijf e Fahr (di nuovo titolare al posto di Folie, da gestire). Coach Lavarini riesce a mantenere a lungo avanti le sue giocatrici (anche 10-13), poi un turno al servizio di Egonu (con un ace pazzesco) rilancia Conegliano mentre De Gennaro non lascia più cadere nemmeno un pallone. E quando l'Imoco sorpassa a questa velocità diventa abbastanza difficile starle dietro, anche perchè anche Kimberly Hill aumenta i giri, De Kruijf mura chiunque e poi Egonu sbriciola Bosetti direttamente dal servizio: 17-13, sette punti consecutivi. 

Chiaro che per Hanckok e compagne diventi quasi impossibile, anche perchè Conegliano inizia a evidenziare ogni minimo errore delle piemontesi, e Wolosz non ha difficoltà  - grazie anche a una ricezione sontuosa - a mandare all'attacco l'organico al completo. Washington è l'ultima ad arrendersi, murando Egonu, mentre Adams è disattenta e fa rientrare Herbots: 19-19. Sul 21-21 De Gennaro è strepitosa, ed Egonu trova il vantaggio giocando con il muro, poi Fahr mura la vittoriese Zanette e poi fa il bis su Bosetti. Adams è sciagurata in ricezione, ma a portare l'Imoco a Verona ci pensa Paola Egonu. Il secondo set finisce 25-23.

Due set bastavano, e due set sono arrivati subito. E' finale. Nel terzo set Santarelli e Lavarini danno spazio anche alle "seconde linee", ma il piano partita di Conegliano non cambia: finisce 25-20 per il 3-0 finale.

Ora l'Imoco resta in attesa di conoscere l'avversaria della Super Final, e nel frattempo si tuffa nei playoff scudetto: esordio sabato sera nei quarti di finale contro Firenze o Trento, attese dal return-match che deciderà chi sarà la prossima vittima delle pantere. 

 

I commenti dei lettori