L’Eccellenza punta sui gironi a 18 squadre per il Treviso il ripescaggio è una chimera

Bocciata l’opzione di tre gruppi per 14 team: per salire i biancocelesti devono “tifare” per Vigasio e Portogruaro in D

/ TREVISO

La gran parte delle società venete di Eccellenza e Promozione vorrebbe i gironi di campionato composti da 18 squadre, anziché da 12 o da 14 (nell’impossibilità di farli ancora da 16). È emerso dalle votazioni che si sono tenute nelle due riunioni online con il Comitato regionale. Il risultato del sondaggio dovrebbe indirizzare la scelta della Federazione in sede di definizione degli organici, ma si è individuato anche un “piano B” qualora non fosse possibile rispettare le attuali tempistiche d’inizio dei campionati. In entrambe le categorie la maggioranza è comunque netta.


Per quanto riguarda l’Eccellenza, hanno partecipato alla riunione 31 società su 36, con l’88% che ha scelto appunto i gironi a 18 squadre. In alternativa, la preferenza è andata per i gironi a 12. Bocciata quindi l’ipotesi a 14, che avrebbe comportato il ripescaggio di ben 6 società dalla Promozione, tra cui il Treviso Academy. Dunque per i biancocelesti del capoluogo sfuma una possibile scorciatoia per salire nella massima serie regionale: dovranno continuare a sperare che Vigasio e Portogruaro vengano ripescati in D. Con la formula a 18 squadre in Eccellenza, in entrambi i gironi la prima classificata verrebbe promossa in Serie D, ci sarebbero 4 retrocessioni – probabilmente due dirette e due tramite i playout – mentre potrebbero essere annullati i playoff regionali per guadagnare tempo: di conseguenza la seconda classificata accederebbe direttamente agli spareggi nazionali. Inizio campionato il 27 settembre, fine andata il 10 gennaio, inizio ritorno il 17 gennaio, fine regular season il 2 maggio, per un totale di 4 turni infrasettimanali. D’altro canto l’opzione secondaria con tre gironi a 12 squadre, prevederebbe un successivo triangolare per stabilire le due promosse in D, mentre la perdente delle tre potrebbe accedere direttamente agli spareggi nazionali. Da capire come verrà designata la seconda qualificata del Veneto a tali spareggi. Tre retrocessioni per girone, anche se il comunicato del Crv ha poi parlato di due. Inizio campionato l’11 ottobre, fine andata il 20 dicembre, inizio ritorno l’11 o 17 gennaio, fine regular season l’11 o 18 aprile.

Alla riunione per la Promozione, invece, hanno preso parte 44 società su 72. Anche qui la formula più gradita è quella con i gironi a 18 squadre (64% delle preferenze). A differenza dell’Eccellenza, i club di Promozione hanno indicato la proposta con gironi a 14 squadre come seconda alternativa. Con l’opzione a 18, in ogni girone la prima classificata verrebbe promossa, 4 retrocessioni e spazio ai playoff: inizio campionato il 27 settembre, fine andata il 10 gennaio, inizio ritorno il 17 gennaio, fine regular season il 16 maggio e due turni infrasettimanali. Con l’opzione a 14 squadre, invece, tre retrocessioni per girone, mentre le 4 promozioni verrebbero stabilite con una fase finale tra le vincenti dei 5 gironi. Inizio campionato il 27 settembre, fine andata il 20 dicembre, inizio ritorno il 10 gennaio, fine regular season l’11 aprile. Molte società di Promozione hanno chiesto l’annullamento del Trofeo Veneto, anticipando magari di una settimana l’avvio del campionato. —

Video del giorno

Atlante, il capodoglio resiliente: sopravvissuto alla scontro con un'elica

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi