Al Treviso serve l’X factor: riflettori su Cattelan

Dopo l’addio di Morbioli e il crac di Luna i biancocelesti puntano sul ritorno al Tenni del bomber del Conegliano



E poi c’è Cattelan. Il Treviso, dopo l’addio di Morbioli e la rottura del crociato di Luna, non ha perso tempo e ha cominciato le trattative, almeno a voce, per portare in biancoceleste un attaccante di peso da poter alternare a Paladin e Zambon. Il profilo più adatto ed ambito pare essere quello di Alessandro Cattelan. Non si tratta, ovviamente, del conduttore di X Factor, anche se il Treviso vuole cambiare musica in questo campionato e prendere il comando della classifica, ma della punta del Conegliano. L’esperto attaccante pare abbia ricevuto varie offerte, anche da categorie superiori, e tra queste ci sarebbe proprio quella del Treviso, in attesa però dell’apertura ufficiale della finestra di mercato di dicembre. Al classe ’89, di San Polo di Piave, certo non manca il fiuto del gol: in 11 partite di questa stagione è andato a segno per 9 volte e tra l’altro ha segnato una doppietta proprio al Treviso, infliggendo la prima sconfitta del campionato ai ragazzi allora guidati da mister Feltrin. Ha inoltre segnato 2 doppiette contro il Fontanelle e il Cavarzano, risultando l’uomo più decisivo dei gialloblù, anche se navigano in acque poco tranquille in piena zona playout. Il bomber era già passato per il capoluogo: la punta aveva giocato in biancoceleste anche nella stagione 2015-2016 in Eccellenza, segnando 12 gol. Dopo 2 anni all’Opitergina e uno al Fossalta, quest’anno il bomber è approdato al Conegliano alla corte di mister Moscon. Forse i ricordi e il blasone della piazza saranno una leva in più per un gradito, almeno per i biancocelesti, ritorno. Il reparto offensivo non sarà l’unico in cui si interverrà: in settimana dovrebbe unirsi alla squadra un nuovo giovane portiere che possa essere usato come uno dei tre “under” da mettere in campo come da regolamento. Non si sa però se uno tra Bazzichetto e Mion lascerà il Treviso o se rimarranno entrambi ma con una competizione più forte che faccia migliorare tutti. Con il Fossalta, mancavano all’appello i difensori Cipriotti e Basso e il centrocampista Marcon: è ancora presto per valutare l’entità degli infortuni e di conseguenza i tempi di recupero. Intanto, Bellotto avrà a disposizione per la prossima partita Concas, che rientrerà dalla squalifica, dando più possibilità di scelta in mezzo al campo, senza ripiegare sui ragazzi della juniores che in ogni caso ben figurano tra i “grandi”: da segnalare, in particolare, il debutto di Semenzato, mandato nella mischia nei minuti finali dell’ultima partita, che avrà un futuro roseo. —




Video del giorno

Italian Tech Week 2021, l'intervento di Elon Musk: dialogo con John Elkann e Maurizio Molinari

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi