Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Parterre de roi con Panziera Chiappucci, Mauro Benetton e Saligari, commissario Rai

i personaggiProsecco Cycling è un brindisi infinito. Coriandoli, biciclette e palloncini con il via sulle note di Luciano Pavarotti nel "Nessun dorma" e di Domenico Modugno in "Nel blu dipinto di blu"...

i personaggi

Prosecco Cycling è un brindisi infinito. Coriandoli, biciclette e palloncini con il via sulle note di Luciano Pavarotti nel "Nessun dorma" e di Domenico Modugno in "Nel blu dipinto di blu". Bandiere e lingue da tutto il mondo con ventidue nazioni rappresentate da quattro continenti: Australia e Canada, Giappone e Stati Uniti, oltre che da gran parte d’Europa. Prosecco Cycling è anche grandi ospiti a cominciare dal sorriso dolce della madrina dell'evento: la nuotatrice montebellun ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

i personaggi

Prosecco Cycling è un brindisi infinito. Coriandoli, biciclette e palloncini con il via sulle note di Luciano Pavarotti nel "Nessun dorma" e di Domenico Modugno in "Nel blu dipinto di blu". Bandiere e lingue da tutto il mondo con ventidue nazioni rappresentate da quattro continenti: Australia e Canada, Giappone e Stati Uniti, oltre che da gran parte d’Europa. Prosecco Cycling è anche grandi ospiti a cominciare dal sorriso dolce della madrina dell'evento: la nuotatrice montebellunese Margherita Panziera, oro continentale dei 200 dorso a Glasgow, testimonial di un territorio vincente in piscina così come in bicicletta. Dall’oro di Glasgow alle colline del Prosecco. Con lei tra i "vip" anche Claudio “El Diablo” Chiappucci, il re della Milano-Sanremo 1991, vincitore di tre tappe al Tour de France e una al Giro d'Italia, tornato con entusiasmo dopo la partecipazione dello scorso anno. «La più bella Prosecco Cycling di sempre, straordinaria anche per chi non pedala abitualmente come me», ha detto sulla linea d’arrivo Giancarlo Moretti Polegato, presidente di Villa Sandi, accompagnato dalla moglie Augusta, avanguardia di una folta schiera di manager e imprenditori che a Valdobbiadene, nella domenica della Prosecco Cycling, è di casa. In bici anche l’ex professionista Marco Saligari, ora “voce” del ciclismo in Rai (fermato nella prima parte di corsa da una foratura), e Danilo De Rosa, in rappresentanza della storica azienda di produzione di biciclette di Cusano Milanino. E ancora: Alessandro e Ado Fassina, figli dell’ex campione di rally Tony, Stefano Maccan (Friul Intagli), Mauro Benetton e tanti altri. Tutti uniti, conquistati dalla spirito della "Peerless one" (l'impareggiabile Prosecco Cycling) e innamorati di un territorio unico come quello delle colline ricamate dai vigneti. «Guardiamo meno i watt e più quello che ci circonda», ha detto sulla linea di partenza Danilo De Rosa, uno che di biciclette se ne intende. E Saligari ha lanciato un invito: «Non usiamo solo le gambe, ma anche gli occhi». —

G.R.