Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Avvio soft per i biancocelesti, mister Feltrin contro il “suo” Este

L’incipit è un tuffo nei ricordi, il classico amarcord. E il riferimento è all’allenatore Francesco Feltrin, che da questa stagione guida il Montebelluna e che il calendario di Serie D - svelato ieri,...

L’incipit è un tuffo nei ricordi, il classico amarcord. E il riferimento è all’allenatore Francesco Feltrin, che da questa stagione guida il Montebelluna e che il calendario di Serie D - svelato ieri, partenza il 16 settembre - metterà subito di fronte al passato, a quell’Este che portò a uno storico secondo posto, miglior piazzamento di sempre degli atestini («Ma lì ci ho pure perso con Concordia e Mestre», precisa il tecnico). Nella Bassa Padovana lo adorano ancora e sarà proprio dal “Nuov ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

L’incipit è un tuffo nei ricordi, il classico amarcord. E il riferimento è all’allenatore Francesco Feltrin, che da questa stagione guida il Montebelluna e che il calendario di Serie D - svelato ieri, partenza il 16 settembre - metterà subito di fronte al passato, a quell’Este che portò a uno storico secondo posto, miglior piazzamento di sempre degli atestini («Ma lì ci ho pure perso con Concordia e Mestre», precisa il tecnico). Nella Bassa Padovana lo adorano ancora e sarà proprio dal “Nuovo Comunale”, per uno strano gioco del destino, che scatterà il torneo dei riscatto dei biancocelesti, ripescati in estate dopo una dolorosa retrocessione.

E l’avvio, tutto sommato, pare alla portata dei montelliani, eliminati nel preliminare di Coppa dal Cartigliano ma intenzionati a vivere un campionato senza patemi, salvandosi possibilmente con un certo anticipo. Troppi timori infatti non dovrebbe incutere nemmeno il turno successivo, esordio al San Vigilio: arriverà la matricola Chions. Il primo ostacolo tosto coinciderà con l’Adriese, alla quarta: i rodigini sono fra le compagini più attrezzate, anche se le grandi favorite per la promozione dovrebbero essere Arzignano (andata 28 ottobre) e Campodarsego (in casa, 18 novembre). Da non sottovalutare, tuttavia, il Cjarlins, atteso al terzultimo turno, o il Delta, con cui il Monte chiuderà la stagione il 5 maggio. A proposito: se la salvezza fosse ancora in gioco, il finale s’annuncia tutt’altro che agevole. «L’Este non sarà una passeggiata, ha sempre fatto campionati importanti», premette mister Feltrin, «E il Chions l’ho visto, squadra fisica che non molla mai. Dovremo farci trovare pronti». —

Mattia Toffoletto

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI