Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Capitano e goleador Il Treviso si affida alla verve di Garbuio

il protagonistaIl Treviso marcia spedito verso il secondo e decisivo appuntamento di Coppa, domenica (alle 17 ma non al Tenni, bensì a Nervesa) ma, soprattutto, verso il debutto in Eccellenza....

il protagonista

Il Treviso marcia spedito verso il secondo e decisivo appuntamento di Coppa, domenica (alle 17 ma non al Tenni, bensì a Nervesa) ma, soprattutto, verso il debutto in Eccellenza. Squadra che, prima nelle amichevoli e poi nel debutto ufficiale, ha dimostrato di non patire più di tanto il salto di categoria: il suo profeta, almeno in attacco, resta Nicolò Garbuio da Cornuda il quale, dopo i 21 gol della passata stagione, promette di timbrare spesso il cartellino anche in quella i ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

il protagonista

Il Treviso marcia spedito verso il secondo e decisivo appuntamento di Coppa, domenica (alle 17 ma non al Tenni, bensì a Nervesa) ma, soprattutto, verso il debutto in Eccellenza. Squadra che, prima nelle amichevoli e poi nel debutto ufficiale, ha dimostrato di non patire più di tanto il salto di categoria: il suo profeta, almeno in attacco, resta Nicolò Garbuio da Cornuda il quale, dopo i 21 gol della passata stagione, promette di timbrare spesso il cartellino anche in quella imminente. «Felice che la mia rete a Istrana sia valsa i tre punti: stiamo facendo bene le cose che prepariamo in allenamento dal 30 luglio, la squadra sta facendo benissimo».

Mister Graziano dice che segni quelli difficili e sbagli quelli facili. «Eh, ha ragione, vorrà dire che mi impegnerò affinchè possa segnare anche i gol più facili: dovranno aiutare la squadra ad arrivare al nostro obiettivo, cioè raggiungere il punto più alto». Il mister ha detto anche che sei un grande capitano. «Ogni volta che vedo quella fascia ho i brividi, è un onore essere il capitano del Treviso, società blasonata e con una storia gloriosa, davanti alla nostra tifoseria. Ben contento che il mister mi abbia dato questa possibilità, con la mia esperienza la porterò il più a lungo possibile».

Quando segni esulti con Davide Scarpa. «L’abbiamo rubata a Ronaldo e Marcelo… Davide è stato mio compagno per 6 mesi (al Montebelluna nel 2014, ndr), ora ci siamo rivisti ed assieme ci troviamo bene. L’importante comunque è che aiutiamo il Treviso e lo facciamo girare bene». Aver vinto a Istrana vi ha portati ad un passo dalla qualificazione. «Sì, tre punti che ci permettono di affrontare il Nervesa non dico con leggerezza ma, certo, con la mentalità giusta». —

Si. Fo.