In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Tre sconfitte, ma ai Mondiali: la Rappresentativa Treviso «vede» il Cremlino

MORGANO. L'esperienza è di quelle che forgiano. E la Rappresentativa Calciotto Treviso ne è uscita a testa alta, nonostante tre sconfitte. Ma si può senz'altro dire anche che i trevigiani guidati da...

1 minuto di lettura

MORGANO. L'esperienza è di quelle che forgiano. E la Rappresentativa Calciotto Treviso ne è uscita a testa alta, nonostante tre sconfitte. Ma si può senz'altro dire anche che i trevigiani guidati da mister Michele Casagrande, nel panorama del pallone italiano, sono stati i primi - e gli unici - a sbarcare in Russia per un mondiale. Da lunedì scorso, infatti, la realtà trevigiana - che trova il proprio quartier generale nei rinnovati impianti di Morgano - è stata impegnata in tre rispettive gare della Continental Football League, a Mosca. Dal punto di vista calcistico non è andata per il verso giusto, con i trevigiani usciti ai gironi a seguito di tre sconfitte, ma sotto altri aspetti la trasferta nella capitale russa è pronta rivelarsi un trampolino di lancio d'eccezione. Perchè se in Russia il calcio a 8 è già realtà seguitissima - l'impianto dove si stanno giocando le gare del mondiale, a circa 10 chilometri dal Cremlino, si estende su una superficie di 24 mila metri con tribune coperte da 1500 posti, 10 spogliatoi e 3 ristoranti - in Italia la via che si sta intraprendendo potrebbe portare presto a delle novità anche in ambito Figc. E Treviso, in tutto ciò, gioca un ruolo fondamentale. Perchè oltre ad aver vinto sul campo (Copa Ciudad de Barcelona e Campionato nazionale Csen) è pronta a portare il proprio "deus ex machina", il team manager Massimiliano Cattarin, a ricoprire ruoli manageriali in quello che sembra un ormai prossimo avvio della Nazionale italiana di calcio a 8. «Non avevamo obblighi di vittoria, trovandoci di fronte a team professionistici con budget da capogiro» spiega lo stesso Cattarin, «ma essere stati lì è sinonimo di programmazione ed organizzazione: presto diremo la nostra anche a questi livelli. Il prossimo impegno? La Marco Aurelio's Cup, torneo internazionale a Roma sotto l'egida della Lnd» (a.b.v.)

I commenti dei lettori